___________
  • Slide Barra

San Ferdinando di Puglia contro la violenza sulle donne. La testimonianza artistica di Ornella Muti chiude il ricco programma di eventi

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Una giornata per celebrare le donne, prevenire la violenza e proteggerle: l’amministrazione comunale di San Ferdinando di Puglia e l’Ambito territoriale Tavoliere Meridionale hanno acceso i riflettori sul 25 novembre, dal 1999 giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Dapprima con le scolaresche, stamattina, sdrammatizzando nell’auditorium dell’ISS “Dell'Aquila”, un fenomeno triste che vede nella prevenzione la prima arma. La sindaca Arianna Camporeale, l’assessora alle Politiche sociali e Pubblica Istruzione Cinzia Petrignano e la responsabile del Centro antiviolenza onlus “Giulia e Rossella” hanno provato a parlarne, per rompere il muro, squarciare il velo, accendere i riflettori a partire da chi rappresenta il futuro della comunità sanferdinandese: i giovani. (Video)

Spettacolo comico, poi il flashmob con gli studenti degli istituti comprensivi “De Amicis” e “Giovanni XXIII”: due modi per dire alle donne vittime di violenza che non siete sole, che le istituzioni, a cominciare da quella comunale, ci sono.

In corso stasera, la rappresentazione teatrale “L'amore è un'altra storia”, allestita da Gerardo Russo, con la collaborazione della BCC Canosa-Loconia, impreziosito dalla testimonianza artistica di Ornella Muti.

A margine delle celebrazioni, la distribuzione dei braccialetti col numero 1522 (soccorso anti violenza) creati dalle volontarie di Generazione Insieme e l’installazione di questa mattina in piazza della Costituzione, con le scuole: tante sedie rosse coi nomi delle donne uccise (spesso in ambito familiare) nel 2022. Ed una sedia vuota, “la prossima potresti essere tu”, quale monito per fermare questa carneficina, già dalle prime avvisaglie, per poter denunciare prima che sia troppo tardi.

Comunicato Stampa