___________
  • Slide Barra

Al via il laboratorio di cinema per ragazzi organizzato dalle Pro Loco del Tavoliere Meridionale

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Si è avviato martedì 5 luglio, presso la cripta della Chiesa di San Ferdinando Re, il laboratorio di cinema per ragazzi calendarizzato all’interno del più vasto programma del “Fernando Di Leo Short film Festival” organizzato dalla Pro Loco di San Ferdinando di Puglia in collaborazione con le Pro Loco di Trinitapoli e Margherita di Savoia.

Il laboratorio ha visto la nutrita partecipazione di 20 iscritti di età compresa fra i 12 e i 18 anni e si svolgerà ogni martedì e giovedì per un totale di 8 incontri complessivi.

Le attività saranno seguite da Giuseppe Memeo, direttore artistico del festival e da esperti del settore, con l’obiettivo di creare uno spazio di condivisione e di incontro che consenta a questi ragazzi di riscoprire le bellezze del proprio territorio di appartenenza attraverso la realtà del cortometraggio. I partecipanti al laboratorio, infatti, si cimenteranno nella realizzazione di un corto che riproponga all’utenza finale le bellezze paesaggistiche dell’area territoriale dei comuni di San Ferdinando di Puglia, Trinitapoli e Margherita di Savoia.

Un viaggio, dunque, lungo una terra che nasconde un patrimonio paesaggistico, ma anche archeologico e culturale di tutto rispetto, carico di storia e immagine dell’identità culturale della comunità che lo abita. L’obiettivo di fondo di questa iniziativa è, fondamentalmente, quello di stimolare interesse verso questo scrigno di bellezze che ci appartengono e che non sempre sono adeguatamente valorizzate, soprattutto fra i più giovani, ai quali l’iniziativa si rivolge, nel tentativo di creare un legame saldo con il territorio.

Quella del laboratorio è solo la prima tappa di un percorso più vasto, quello del Festival intitolato a Fernando di Leo, regista, scrittore, sceneggiatore, assistente alla regia che ha avuto i suoi natali a San Ferdinando di Puglia e che diventa la figura di riferimento intorno alla quale far ruotare una serie di iniziative che possano catalizzare l’attenzione di un pubblico vasto. Una manovra culturale, insomma, che contempla la possibilità di ricostruire la memoria di un personaggio che ha dato lustro al territorio ofantino attraverso una azione di sensibilizzazione orientata a rivalutare un’intera area di riferimento, colma di storia, cultura, natura.

L’accordo con le Pro Loco di Trinitapoli e Margherita di Savoia e con le relative amministrazioni comunali rinsalda la volontà, comune, di offrire un rilancio del territorio tramite progetti culturali che siano in grado di offrire una “narrazione” accattivante e suggestiva al potenziale turista, al quale possa essere consentito di immergersi in un percorso sensoriale ed esperienziale costellato di accenni storici, momenti enogastronomici, passeggiate naturalistiche e riscoperta di legami con il passato e con la storia più remota, quella che ha generato le radici stesse della comunità cittadina.

Il Fernando Di Leo Short Festival racchiude in sé tutte queste potenzialità di rilancio turistico e di rivalutazione delle risorse locali; nel ricco e vasto programma in fase di elaborazione da parte dello staff tecnico, sono incluse, oltre alle iniziative specificatamente dedicate alla riscoperta del regista Di Leo, numerose attività dedicate alla fruizione turistica dei siti di maggiore interesse dei comuni della BAT interessati da questa idea progettuale.

Il Festival sarà un’occasione importante di apertura verso una platea di pubblico vasta e consentirà di veicolare l’immagine turistica del territorio anche oltre i confini nazionali, essendo interessati alla partecipazione cortometraggi provenienti da tutto il mondo.

Tutte queste iniziative tese a valorizzare le realtà locali in un’ottica di riscoperta delle risorse esistenti rivalutate in ordine al potenziale di crescita, non solo culturale, ma anche economica, sono in linea con le scelte strategiche già intraprese a livello regionale e sono il prolungamento delle azioni avviate da “Puglia365” che mira a creare una rete culturale capace di raccontare una zona territoriale, quella della sesta provincia, rimasta nell’ombra rispetto alle potenzialità di rilancio turistico.

Pro Loco San Ferdinando di Puglia