Long CoViD, le Terme di Margherita di Savoia pioniere nelle cure per combattere i disturbi post-guarigione

Long CoViD, le Terme di Margherita di Savoia pioniere nelle cure per combattere i disturbi post-guarigione Long CoViD, le Terme di Margherita di Savoia pioniere nelle cure per combattere i disturbi post-guarigione
Watch the video

MARGHERITA DI SAVOIA - Lo chiamano Long-CoViD e definisce il perdurare di alcuni sintomi tipici del Coronavirus, come stanchezza o mancanza di fiato, anche a distanza di diverso tempo dalla guarigione. Si calcola che una persona su cinque viene colpita da questi disturbi, la strada per uscire definitivamente dalla malattia è quella delle cure termali.

Di questo si è discusso il 28 maggio scorso nel corso del convegno “Il Ruolo delle Terme nell’era post Covid-19 - Una rinnovata concezione di benessere” organizzato presso il Grand Hotel Terme di Margherita di Savoia, alla presenza di esperti nazionali e regionali. E proprio queste ultime sono diventate un punto di riferimento per la riabilitazione post Covid grazie ad un progetto che prevede l’attivazione dei servizi, con costi a carico del servizio sanitario, destinati a chi anche dopo la negativizzazione ha ancora bisogno di cure. (Foto)

“C’è questo progetto che va avanti già dall’anno scorso con Università di Bari, Asl BAT, Regione Puglia e Terme di Margherita di Savoia - ha dichiarato la dott.ssa Marina Lalli, presidente nazionale di Federturismo e direttrice delle Terme di Margherita di Savoia - che ha dato risultati sorprendenti, e quindi quest’anno si ripete per aiutare tutte quelle persone alle quali il Covid ha lasciato degli strascichi sgradevoli e che invece qui trovano davvero sollievo”.

Si tratta di un ciclo di trattamenti che sfruttano le proprietà antinfiammatorie e decongestionanti delle acque termali, la cui alta concentrazione di salinità ha dimostrato di favorire la ripresa in pazienti con problemi respiratori.

“L’anno scorso abbiamo approvato un pacchetto assistenziale - ha affermato Vito Montanaro, direttore del Dipartimento Promozione Salute della Regione Puglia -, che consente attraverso la contemporanea somministrazione di diverse prestazioni di alleggerire il peso che il Covid ha determinato su molti pugliesi che hanno subito il contagio. Il Long CoViD e post Covid sono due caratteristiche che abbiamo dovuto prendere seriamente in considerazione per evitare che al Covid si collegassero patologie che avrebbero potuto determinare danni ancora più rilevanti sui nostri cittadini”.

Redazione CorriereOfanto.it