___________
  • Slide Barra

Crisi politica a San Ferdinando di Puglia: tutto più difficile per l’Amministrazione Camporeale

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Dopo le dimissioni di Andrea Patruno e l’elezione di Flora Manco alla presidenza del Consiglio comunale di San Ferdinando di Puglia (leggi) si impone qualche valutazione, più propriamente politica sull’intera vicenda.

1. La maggioranza perde il Consigliere Andrea Patruno ma si conferma solida e compatta. Come nel caso delle dimissioni di Fabio Capacchione, si procede secondo lo schema che morto un papa se ne fa un altro. Sulle dichiarazioni di Patruno (leggi) che ha motivato le dimissioni con l’assenza di condivisione delle scelte amministrative citando puntigliosamente alcuni esempi di decisioni assunte senza discussione (degrado del patrimonio pubblico; finanziamento PNRR contro lo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura; appalto per sistemazione strade interne all’abitato; assunzione personale col Fondo Piano Povertà) il pur ampio dibattito in Consiglio comunale non ha colto minimamente la denuncia della distanza sempre più crescente fra le promesse fatte e i risultati dell’azione amministrativache stanno creando sempre più scontento nei cittadini. È sconcertante notare come la retorica del fare copre sempre più la mancanza di visione progettuale e come le dimissioni di Patruno siano state superate con un’alzata di spalle, senza un minimo di riflessione dentro e fuori il Consiglio comunale.

2. Se Atene piange, Sparta non ride. È altrettanto desolante vedere come la minoranza si sia dimostrata ancora una volta divisa e frantumata ma, quel che è peggio, senza una visione politica sui contenuti che possa far intravedere non tanto un’alternativa credibile ma almeno un discorso politicamente sensato. I vari interventi si sono sviluppati unicamente nel citare ulteriori problemi e atti amministrativi che, a loro dire, sono esempi di malgoverno, fino alla elezione della Vice-Presidenza del Consiglio che ha visto la riconferma di Maria Riccarda Scaringi (Pd) con solo 3 voti (della stessa Scaringi, di Masciulli e Cramarossa), mentre Daniela Rondinone ha ottenuto 2 voti (il suo e quello di Elena Pestillo). Si ha l’impressione che il maggior supporto all’Amministrazione Camporeale sia rappresentato da questa opposizione.

3. Quello che è mancato in un Consiglio comunale convocato per discutere di un atto essenzialmente politico è stata essenzialmente la Politica. Nessuna considerazione sulla distanza ormai incolmabile fra rappresentanza istituzionale e cittadini, nonostante le periodiche invocazioni a riesumare un “senso civico” del tutto smarrito (leggi). Sembra di capire che senza un intervento dall’esterno la situazione politico-amministrativa a San Ferdinando di Puglia continuerà su questi binari, fino alle prossime dimissioni.

Redazione CorriereOfanto.it

temi canale corriere 03