Poste Italiane, disservizi per cittadini e dipendenti. Chiesto l’uso di un container, come accaduto quattro anni fa

TRINITAPOLI - Proseguono i disservizi di Poste Italiane nella città di Trinitapoli, una comunità di oltre 14.000 abitanti che è costretta a recarsi nei comuni viciniori (San Ferdinando di Puglia, Barletta, Canosa di Puglia) da quando, nella tarda serata del 22 aprile 2024, lo sportello automatico dell’Ufficio Postale di Trinitapoli è stato fatto saltare da una bomba, che ha provocato danni notevoli all’intera struttura dell’ufficio, rendendolo, di fatto, impraticabile.

Da quel giorno, pur essendo venuto meno il servizio ai cittadini, nulla si è mosso. Una ventina di giorni fa è stato installato un camper dove a prestare servizio è un solo dipendente che, ovviamente, non riesce a soddisfare le esigenze dell’intera popolazione. Basti considerare che, in tempi normali, pur funzionanti cinque sportelli a pieno regime, si formano file della durata, mediamente, di circa mezz’ora. Il disagio più grave è a carico degli anziani, soprattutto quelli soli, per i quali riscuotere la pensione o pagare i bollettini rappresenta un problema enorme.

cronaca tri disagi poste 04

I cittadini chiedono a gran voce che l’amministrazione di Poste Italiane metta a disposizione degli utenti un container, così come era già accaduto quattro anni fa, durante i lavori di rifacimento dell’ufficio, in modo tale da lavorare in maniera dignitosa per i dipendenti e poter soddisfare tutti i servizi al cittadino. Ma, per la collocazione del container, i bene informati fanno sapere che bisogna aspettare i finanziamenti del PNRR.

Intanto, non vanno altresì sottaciuti i disagi dei dipendenti di Poste, i quali di settimana in settimana vengono spostati negli uffici dei paesi limitrofi (quasi tutti in provincia di Foggia). Nonostante le sollecitazioni ai vari sindacati, i dipendenti continuano a sentirsi ignorati e maltrattati.

Va registrata un’iniziativa del sindaco, Francesco di Feo, che ha fornito due tende per ripararsi dal sole e ha sollecitato Poste Italiane a fornire un secondo camper (leggi, ndr).

GAETANO SAMELE