___________
  • Slide Barra

Il ministro Garavaglia: “Puntare sul termalismo”. Lalli: “Abbiamo una materia prima eccezionale, ora dobbiamo farla conoscere oltre i nostri soliti confini”

Il ministro Garavaglia: “Puntare sul termalismo”. Lalli: “Abbiamo una materia prima eccezionale, ora dobbiamo farla conoscere oltre i nostri soliti confini” Il ministro Garavaglia: “Puntare sul termalismo”. Lalli: “Abbiamo una materia prima eccezionale, ora dobbiamo farla conoscere oltre i nostri soliti confini”
Watch the video

MARGHERITA DI SAVOIA - Il termalismo pugliese merita una ribalta internazionale. Puntando verso questo obiettivo, si è tenuto a Margherita di Savoia nel pomeriggio di oggi, 17 maggio, presso il Grand Hotel Terme di Margherita di Savoia un convegno incentrato proprio su “L’importanza della promozione internazionale per il termalismo pugliese” organizzato da ICE, Federterme, Puglia Promozione e Federturismo. (Foto)

Il previsto intervento del ministro del Turismo Massimo Garavaglia è avvenuto in videoconferenza, poiché impegnato nel Consiglio dei ministri straordinario convocato oggi stesso. A porgere i saluti istituzionali il sindaco di Margherita di Savoia, nonché presidente della Provincia di Barletta Andria Trani, Bernardo Lodispoto, alla presenza del Presidente di Confindustria Puglia e Confindustria Bari e BAT Sergio Fontana e dell’Amministratore Unico delle Terme Margherita di Savoia Marina Lalli, che si sono confrontati in una tavola rotonda con il Presidente dell’ENIT Giorgio Palmucci, il Direttore Generale ICE Roberto Luongo, il Presidente di Federterme Massimo Caputi, l’Assessore Regionale al Turismo Gianfranco Lopane, l’Amministratore Delegato della Salina Bruno Franceschini, il Direttore Generale di Puglia Promozione Luca Scandale, il Presidente di Federturismo Puglia Massimo Salomone.

“Le risorse turistiche sono un patrimonio inestimabile della nostra nazione e anche qui a Margherita di Savoia rivestono un ruolo di particolare importanza - ha esordito Lodispoto -. La sinergia istituzionale è fondamentale per il rilancio della nostra economia, duramente provata da due anni di pandemia e che ora, soprattutto grazie al turismo, deve ritrovare slancio per generare nuova ricchezza. Il convegno di oggi parla di una risorsa storica per Margherita di Savoia, il termalismo, noto fin dai tempi di Annibale. Natura, cultura e storia sono il motore di sviluppo più rilevante per la nostra economia e la cultura del benessere rappresenta una fetta importante del mercato turistico, nazionale ed estero. Negli ultimi anni era aumentato il numero di presenze straniere qui da noi, per cui confermo la felice idea degli organizzatori di chiamare a raccolta le varie componenti economiche, politiche e sociali per un’approfondita riflessione sui sistemi e sui destini del moderno termalismo. In occasione del Forum di Sorrento, ci sono state importanti dichiarazioni del premier Draghi e della ministra Carfagna, affinché il Sud possa diventare il motore di una nuova idea di sviluppo e assumere un ruolo da protagonista per le sfide che ci attendono. Ritengo sia necessario completare e definire lo sviluppo delle ZES, le zone economiche speciali, e dotarle di adeguate infrastrutture. Per esempio nella BAT Margherita e Andria sono ancora escluse dalla Zes per ora. Il nostro territorio ha luoghi di grandi interesse, ricco di storia e di produzioni agroalimentari di grandi qualità, caratteristiche che fanno della nostra terra una meta molto ambita dal turismo. Voglio infine ricordare che con l’ecosistema Salpi, la Salina di Margherita di Savoia è al centro di un progetto per la creazione di un polo scientifico per la terapia del sale come strumento di prevenzione contro il cancro (leggi). Speriamo che entro fine mese si possa avviare questo importantissimo progetto innovativo” ha concluso il sindaco.

A presentare il videocollegamento con il ministro Garavaglia, Marina Lalli che gli porge “un benvenuto virtuale”. “Ci tenevo a essere presente di persona, ma purtroppo il Consiglio dei ministri convocato oggi pomeriggio ha fatto saltare i miei programmi - dichiara il ministro -. Il nostro Sud ha una potenzialità enorme e noi stiamo operando come Ministero per recuperare quanto perduto in questi due anni e tornare subito ai dati del 2019. Abbiamo già tassi di riempimento degli hotel superiori a Spagna e Francia, quindi vuol dire che stiamo andando molto bene. Nel settore delle terme abbiamo dati molto positivi ma possiamo fare di più. Nell’immediato stiamo facendo tanto a livello di campagne di promozione del sistema Paese, per esempio col Giro d’Italia e l’Eurovision. Sono convinto che questi due anni di pandemia, paradossalmente, siano serviti agli italiani per conoscere meglio l’Italia e adesso tanti che erano stati costretti a restare in Italia dal Covid, quest’anno ci restano perché si sono trovati bene. Guardiamo quindi con fiducia a questa stagione. In prospettiva invece, sul settore ricettivo e termale va fatta una riflessione: i soldi del PNRR per il turismo sono risicati, cioè 2,4 miliardi su oltre 200, cioè l’1% per un settore che pesa il 13% del PIL. Me ne dispiaccio ma prendo atto della scelta che ritengo miope”, ha concluso Garavaglia.

Infine, l’Amministratore unico delle Terme di Margherita di Savoia Marina Lalli: “Abbiamo una materia prima eccezionale, ora dobbiamo farla conoscere oltre i nostri soliti confini. Ringrazio il ministro per l’attenzione alle nostre peculiarità. Voglio ricordare che i nostri fanghi e le nostre acque hanno dei poteri sulle malattie della pelle e otorinolaringoiatriche che ci danno grandi soddisfazioni nell’ambito della cura e del benessere”.

Redazione CorriereOfanto.it (Video: Antenna Sud)