___________
  • Slide Barra

Cristiano: “Dal Sindaco continuano ad essere tenuti comportamenti inadeguati. Si dedichi ad affrontare le gravi esigenze locali”

MARGHERITA DI SAVOIA - «Egregio Direttore, sarà consentito intervenire attraverso il giornale da Lei diretto per rammostrare un malumore che serpeggia non solo nella Mia persona ma riscontrato in Quella dei Cittadini Salinari.

Tenuto presente che il Comune è una entità amministrativa determinata da precisi limiti territoriali sui quali insiste una porzione di popolazione ed è definito l’Ente locale fondamentale, per le Sue caratteristiche di centro demico nel quale si svolge la vita sociale e pubblica dei Suoi abitanti, non par dubbio che, oltre agli altri Organi fondamentali in Esso insistenti, Quella del Sindaco, senza dubbio, costituisce la più importante poiché, tra le tante altre Funzioni riconosciuteGli dalla legge, rappresenta l’Ufficiale di governo insistente sul territorio.

Pertanto, il Sindaco rappresenta la Comunità locale ed esercita una serie di poteri molto incisivi per garantire il benessere dei Suoi cittadini e occupa una posizione predominante all’ascolto delle esigenze personali e alla risoluzione dei problemi che attengono alla Città.

Bene la partecipazione di un Sindaco alle manifestazioni o rappresentazioni pubbliche ma, quel che rileva nell’ambito della Nostra Comunità, è che, sin da quel lontano 10 giugno 2018, momento dell’intervenuto insediamento, sono stati tenuti così come continuano ad essere tenuti o consumati comportamenti a dir poco inadatti o inadeguati da una Figura Istituzionale così molto importante.

L’obiettivo di fondo non può e non deve essere quello di apparire di continuo e sentirsi incondizionatamente legittimato a loquenti strumentalizzazioni politiche del ruolo o, come nei giorni scorsi capitato, ironizzare addirittura sull’aspetto di un Abito Talare, nel bel mezzo di una manifestazione augurale di una attività commerciale, ai Cui gestori o proprietari si volge comunque sentita prosperità e lunga vita.

La Figura del Sindaco sul Nostro territorio è lontanissima dalle esigenze della popolazione e, pertanto, oltre a volgere profondo invito a tornare nei ranghi Istituzionali, tenendo atteggiamenti manifestanti il buon gusto, si dedichi ad affrontare le gravi esigenze locali, con la speranza e l’augurio di non farCi rimpiangere illustri predecessori.»

Avv. COSIMO DAMIANO CRISTIANO