___________
  • Slide Barra

Questione Cosap, Quarta: “Le rassicurazioni della Andreani Tributi non ci convincono. Chiederemo l’intervento delle autorità competenti”

MARGHERITA DI SAVOIA - «Benché avevamo chiesto l’intervento dell’amministrazione comunale e del responsabile finanziario dr. Lacalamita, direttamente interessati dalle proteste dei cittadini e dalla nota della segreteria del Partito Democratico (leggi, ndr), non abbiamo ricevuto riscontri. Apprendiamo della nota dell’Andreani Tributi (leggi, ndr) nella quale ha esplicitato le sue osservazioni, una risposta che ci ricorda quella dell’oste a chi gli chiede se il vino è buono!

Ebbene, il vino non è affatto buono, perché la società appaltatrice ha utilizzato uno strumento di accertamento esecutivo, violando il regolamento comunale che, ai sensi dell’art. 52 del D.Lgs. n. 446/97, disciplina le entrate degli enti locali. Andreani non può non rispettare il regolamento, che disciplina l’applicazione della tassa di occupazione di suolo pubblico, il quale, all’art. 23, impone che le occupazioni abusive devono risultare da un verbale di contestazione redatto da un pubblico ufficiale; non può violare l’art. 36 del regolamento secondo il quale per le occupazioni abusive il verbale di contestazione delle violazioni costituisce titolo per il versamento, alla cui determinazione provvede l’ufficio competente dandone notizia all’interessato nel termine e con le modalità di cui ai precedenti commi 2 e 3, ossia con notifica dell’avviso entro 180 giorni.

Avevamo chiesto l’intervento dell’Amministrazione, che ha il dovere di vigilare sugli atti emessi dalla Andreani, valutando la possibilità di attivarsi presso la Andreani per la loro revoca o, quanto meno, la loro sospensione per un necessario approfondimento.

Niente! Il silenzio più assoluto (come al solito!). Insomma, la solita strategia: adda passà a nuttata!

La nottata non può passare senza che il Sindaco, l’Assessore ed il Responsabile Finanziario intervengano per il ripristino della legalità.

Ragion per cui in assenza di elementi di novità ci vediamo costretti a valutare una denuncia presso le autorità competenti, perché a pagare e a subire gli abusi non possono essere i cittadini Salinari.

Vi terremo aggiornati.»

EMANUELE QUARTA (Segretario cittadino Partito Democratico)