___________
  • Slide Barra

Fratelli d’Italia: «L’amministrazione Lodispoto non si assume la responsabilità di decidere sugli argomenti vitali per la nostra comunità»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Come volevasi dimostrare! Abbiamo atteso con impazienza risposte da parte dell’Amministrazione Comunale su argomenti cruciali e di stretta attualità per il nostro paese; risposte che non sono mai arrivate!

Ad oggi, infatti, non è dato ancora conoscere le sorti dell’ex palazzo di Città, così come non è noto il destino della concessione per l’utilizzo delle acque madri in scadenza ad horas (31/12/2021 ndr)

Certo, delusione e preoccupazione ha destato l’intervista rilasciata dal Sindaco Lodispoto al quotidiano Edicola del Sud e riportata nell’articolo pubblicato in data 12.12.2021 riguardante il trasferimento dell’ex Palazzo di Città alla Guardia di Finanza, così come imprudente è stata la dichiarazione resa sullo stesso argomento nella riunione del Consiglio Comunale del 6.11.2021: “…noi procediamo regolarmente per la stipula del contratto di comodato in reciprocità, per cui aspettiamo solamente l’ultimazione delle formalità e poi procederemo regolarmente”.

Ed invero, Sig. Sindaco, la sua decisione, presa anzitempo, fa sorgere qualche ulteriore domanda: esiste un atto di delega in suo favore deliberato dal Consiglio e/o della Giunta Comunale?

È stato osservato il regolamento sulla cessione degli immobili?

Che valore ha per lei una petizione sottoscritta da oltre 1.000 cittadini, contrari ad una decisione assunta inopinatamente, trascurando la storia, le tradizioni e le radici di una collettività?

Ma forse a quest’ultima domanda lei, sig. Sindaco, ha già risposto nella seduta del consiglio comunale del 06/11/2021, allorquando affermava: “non risulta che ci siano tantissime associazioni culturali in questo Paese”.

Certamente per noi la cultura non è mai troppa e riteniamo che anche una sola associazione, con qualsiasi oggetto sociale, sia in grado di arricchire un territorio!

La cultura alimenta il progresso; lo stesso progresso che questa Amministrazione sembra voler arrestare non assumendosi la responsabilità di decidere su argomenti decisivi e vitali per la nostra comunità, come il rinnovo della concessione per lo sfruttamento delle acque madri, questione che, senza mai essere stata affrontata e discussa seriamente, sembra già orientata verso l’oblio per altri 99 anni!

A tutto ciò non è stata fornita alcuna spiegazione.

Non risulta pervenuto alcun riscontro ai nostri precedenti articoli, se non una timida e scomposta reazione in consiglio comunale, peraltro pronunciata in assenza di contraddittorio.

In definitiva, ci vediamo costretti a commentare il silenzio di una Amministrazione che demolisce il presente ed ipoteca il futuro!

Ci sia consentito, infine, di rivolgere a tutti i concittadini margheritani i nostri migliori auguri per le imminenti festività natalizie, con l’auspicio che il nuovo anno, nonostante tutto, possa offrire ad ognuno la possibilità di risorgere dal periodo buio ed incerto causato dalla pandemia.»

Sezione locale FRATELLI D’ITALIA