___________
  • Slide Barra

“Al di qua e al di là dell’Ofanto”: un libro avvincente, per conoscere il territorio

MARGHERITA DI SAVOIA - È fresco di stampa l’ultimo romanzo di Ruggiero Mascolo: Al di qua e al di là dell’Ofanto (Schena editore, € 18,00). Promosso dall’Unitre, il libro sarà presentato all’auditorium del Liceo scientifico venerdì 21 aprile, alle ore 18,00. Relatori il prof. Saverio Russo e il prof. Antonio Di Domenico.

Un libro avvincente, per conoscere il territorio, tra le strade e le spiagge di Margherita di Savoia e Barletta, parlando di storia, di sale, di viaggi e tant’altro.

Protagonisti sono Ernesto e Maria, una coppia che conosciamo attraverso vicende quotidiane, nel confronto tra di loro e con la realtà che li circonda.

Dalla descrizione del territorio vicino, l’autore ci porta a racconti su terre lontane, dalla Russia alla Bolivia, nell’alternanza delle due dimensioni.

Barletta e Margherita di Savoia ritornano nel bisogno di raccontarsi, dove l’autobiografia si fa storia e la scrittura ricuce frammenti disordinati o dimenticati della vita e del paese com’era.

Altri temi sono i viaggi, favole per ragazzi, la focaccia, il racconto del soggiorno di un gruppo di anziani margheritani a Montecatini Terme in cui c’è tutto lo spirito del paese attraverso la rappresentazione fantastica di quel viaggio.

La narrazione si conclude con la passeggiata di Ernesto e Maria lungo la riva del mare sino al fiume Ofanto, elemento simbolico di separazione tra mondi diversi, al di qua e al di là del quale c’è la realtà e la nostalgia, la quotidianità e la fantasia, quello che è stato e quello che avrebbe potuto essere.

È un romanzo sul territorio e i romanzi a volte sanno rendere mitico e simbolico un luogo fissandolo nel cuore dei lettori laddove avrebbe difficoltà ad arrivare un libro di storia.

Il rapporto tra l’autore e il territorio è profondo e vi affiora il rimpianto, la delusione per come le cose vanno e come invece potrebbero andare. È un importante contributo alla discussione, al miglioramento del paese perché, come diceva Pavese, Un paese vuol dire non essere soli, ma incontrarsi, discutere, proporre per migliorare.

Ma il romanzo non va letto solo in funzione dei riscontri con la realtà, è una narrazione, apprezziamone il ritmo, le immagini, le parole.

--- 

Ruggiero Mascolo, nato a Barletta, laureato in lettere a Padova, ha sposato Rita Ceci ed è padre di due figli e nonno di altrettanti nipoti.
È stato insegnante di lettere, poi direttore della Biblioteca, del Museo-Pinacoteca e del Castello di Barletta. Dal 1988 risiede a Margherita di Savoia.
Nel tempo ha coltivato tanti interessi: dalla lingua e la letteratura russa, alla corsa di fondo, a lunghi trekking, ai viaggi. È stato presidente dell’AUSER di Barletta e dell’Università della Terza Età di Margherita di Savoia, cofondatore della società MDS Runners. È socio della Società di storia patria, dell’Ambulatorio popolare di Barletta e collabora a varie attività didattiche.
Ha al suo attivo numerose pubblicazioni di poesia, di storia e su vari aspetti della cultura del territorio. Dopo Una storia svelata, questo è il suo secondo romanzo.

Prof. ANTONIO DI DOMENICO (Presidente Unitre Margherita di Savoia)

temi libro mascolo