___________
  • Slide Barra

Presentata la 62^ edizione della Fiera del Carciofo di San Ferdinando di Puglia. Camporeale: “Evento essenziale per la nostra realtà sociale ed economica”

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - C’è tanta attesa per il ritorno della Fiera del Carciofo a San Ferdinando di Puglia, giunta alla sua 62^ edizione. Questa mattina, la presentazione alla stampa, con la sindaca Arianna Camporeale, gli assessori comunali ad Agricoltura ed Attività produttive, Pino Zingaro e Fabio Capacchione e la presidente del Comitato organizzatore, Grazia Capriuoli. Dal giovedì 10 a domenica 13 novembre, Piazza della Costituzione, dopo lo stop forzato della pandemia, tornerà ad ospitare la fiera nazionale che comprende anche il mercato ortofrutticolo d’eccellenza del territorio. (Video)

VERSO L’IGP AL CARCIOFO - «Abbiamo curato ogni dettaglio - fa sapere la sindaca Camporeale -, aggiungendo ed arricchendo di spessore e varietà l’offerta del programma: esposizioni, degustazioni, eventi, show cooking, convegni e musica. Questa Fiera valorizza il nostro prodotto principe, per il quale stiamo riprendendo l’iter burocratico verso l’ottenimento del marchio Igp. Non è stato facile in così poco tempo e tra tanti imprevisti. Ma questo evento è essenziale per la nostra realtà sociale ed economica: parla di noi e ci renderà ancora una volta orgogliosi di essere sanferdinandesi».

E DOPO ANCHE ALLA PESCA - «Il pensiero va al professore Vincenzo Bafunno e suo figlio Michele, che avviarono questo evento, prima sagra e poi fiera - ricorda l’assessore Capacchione -. Ringrazio quanti da anni si prodigano per la riuscita sempre migliore della manifestazione, che è momento di discussione e crescita per il territorio: già riavviato il percorso con l’Università degli Studi di Foggia per il marchio Igp al carciofo, punteremo dopo la fiera ad assicurare un riconoscimento di qualità anche alla pesca di San Ferdinando, ormai apprezzata ovunque».

L’AGRICOLTURA GUARDA AL FUTURO - «Nonostante il momento difficile del comparto, saranno presenti tante aziende che ogni giorno portano per il mondo un pezzo di San Ferdinando - commenta orgoglioso l’assessore Zingaro -. E ci saranno tanti giovani. Ciò significa che l’agricoltura possa guardare al futuro, grazie anche agli incentivi per l’innovazione, assicurati dalle istituzioni agli imprenditori che puntano allo sviluppo del territorio».

51° PREMIO CARCIOFO D’ORO - «All’interno della Fiera - informa la presidente del Comitato organizzatore, Capriuoli -, abbiamo inserito il 51° Premio Carciofo d’Oro, per tributare un riconoscimento ad aziende e personalità che si sono distinte negli ultimi 12 mesi. Il programma di convegni sarà impreziosito da contributi di spessore per discutere delle necessarie strategie di sviluppo del territorio, passando da raccolta, valorizzazione e commercializzazione dei nostri prodotti».

Comunicato Stampa