Autonomia per persone con disabilità grazie al bando “Pro.V.I.”. Istanze di finanziamento entro il 31 gennaio

CANOSA DI PUGLIA - “Favorire l’autonomia, è questo l’obiettivo attorno a cui si struttura anche il nuovo avviso della Regione Puglia e in gestione a ciascun Ambito Territoriale, per i “Progetti di Vita indipendente in favore delle persone con disabilità (Pro.V.I.)”. Sono le parole di Ernesto La Salvia, presidente del Coordinamento istituzionale dell’Ambito Territoriale di Canosa di Puglia e che comprende i Comuni di Minervino Murge e Spinazzola. La Salvia invita tutti i cittadini che hanno i requisiti a partecipare all’avviso regionale che scade il 31 gennaio 2017.

La Misura, in favore dei disabili di età compresa tra i 16 e i 64 anni, ha avuto avvio a partire dal 2013 ed è volta alla costruzione e alla realizzazione di un progetto globale di vita indipendente, attraverso il finanziamento di attività e tecnologie necessarie per implementare l’autonomia e ridurre le barriere materiali e immateriali, per favorire l’inserimento socio-lavorativo e valorizzare le proprie capacità funzionali nell’agire sociale.

La nuova edizione della sperimentazione regionale mette in campo 6.835.000 euro e consente di sostenere 536 progetti di autonomia per le persone con disabilità, risorse dedicate sia a dare continuità ai percorsi avviati con lo scorso Avviso, garantendone stabilità, che ad aumentare la platea dei cittadini disabili beneficiari.

Per ciascun Pro.V.I. è riconosciuto un massimo di 15.000 euro l’anno, equivalente a un massimo di 1.250 euro mensili.

La forza del Pro.V.I. risiede nella filosofia stessa della Misura: il punto chiave è nell’autodeterminazione, nella vita indipendente che un soggetto, seppur affetto da una disabilità e per quanto possibile, sceglie per sé stesso, come testimonia, in prima persona un cittadino residente nell’Ambito di Canosa di Puglia, beneficiario di finanziamento Pro.V.I. per la prima annualità e che ora si accinge ad avviare le attività progettate per la seconda annualità. «Due anni fa - testimonia un beneficiario del progetto -, avendone i requisiti, mi è stata data la possibilità di realizzare il mio “Progetto di vita Indipendente”. Sembrava un sogno ed invece per una volta il sogno diventava realtà. Il Pro.V.I., infatti, dà la possibilità a persone con disabilità di poter elaborare un progetto e realizzarlo in tutta autonomia, assumendo una persona che ti consenta di essere indipendente. Ciò che non potevo fare perché non autonoma è stato reso possibile grazie al Pro.V.I., che nel mio caso mi ha consentito di portare avanti la pratica forense e sostenere l’esame per l’abilitazione alla professione. La sperimentazione ha avuto per me esito positivo».

I termini per la presentazione delle domande, da inoltrare esclusivamente online, sulla piattaforma web dedicata www.sistema.puglia.it, scadranno, salvo proroghe, alle ore 12,00 di martedì 31 gennaio 2017.

Al fine di un efficace funzionamento della fase di costruzione e di presentazione dei Progetti di Vita Indipendente, le persone disabili che intendano presentare la propria domanda di finanziamento devono rivolgersi al Centro di Domotica di riferimento per il nostro territorio, dove riceveranno orientamento e assistenza specialistica gratuita da personale dedicato proprio a questa attività: il CERCAT di via Urbe a Cerignola (tel. 0885.425370). Per qualunque informazione in merito è possibile rivolgersi all’Ufficio di Piano dell’Ambito Territoriale di Canosa di Puglia, in via Bovio n. 3 a Canosa di Puglia (tel. 0883.610367).

FRANCESCA LOMBARDI (Ufficio Stampa Comune di Canosa di Puglia)

box tribigas