San Ferdinando, approvato il progetto di fattibilità relativo alla realizzazione di un centro di accoglienza per minori

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Con Delibera n.173 del 28.12.2020 (allegati), la Giunta Puttilli ha approvato il progetto di fattibilità relativo alla realizzazione di un centro di accoglienza per minori. 

L’opera, del valore di un milione di euro, sarà a totale carico della Regione Puglia “Dipartimento Promozione della Salute, Benessere Sociale e dello sport per tutti, Sezione inclusione sociale, attiva ed innovazione delle reti sociali”.

“L’intervento previsto - ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali, Arianna Camporeale - si colloca nella rete dei servizi territoriali, caratterizzati per l’offerta di una pluralità di attività e interventi che prevedono lo svolgimento di funzioni quali l’ascolto, il sostegno alla crescita, l’accompagnamento e l’orientamento anche in termini di supporto educativo nelle attività scolastiche ed extra scolastiche e di integrazione fra bambini appartenenti a diverse culture ed etnie, così promuovendo lo scambio intergenerazionale. L’individuazione del centro diurno socio-educativo per minori, quale infrastruttura sociale da inserire nel Piano Locale di interventi dell’Ambito, risponde all’esigenza di offrire una gamma di attività ai minori residenti sul territorio di San Ferdinando di Puglia e non solo; la struttura sarà finalizzata alla prevenzione e al recupero dei minori con problemi di socializzazione o esposti al rischio di emarginazione e di devianza attraverso la realizzazione di un programma di attività e servizi socio-educativi, culturali, ricreativi e sportivi”. 

“Abbiamo celermente individuato il sito per l’ubicazione del centro - ha aggiunto il sindaco, Salvatore Puttilli -, lo stesso individuato nel vigente PUG nel Contesto Urbano per Servizi, è nella piena disponibilità della nostra Amministrazione; completata la progettazione dell’infrastruttura (progetto definitivo ed esecutivo), utilizzeremo il contributo regionale, pari ad un milione di euro, per dotare il territorio di un’altra opera utile alla crescita della nostra comunità”.

YLENIA NATALIA DALOISO

box dimolfetta trasporti