Don Michele Schiavone: «Viviamo un tempo delicato, cerchiamo di essere tutti uniti». E per Natale “presepe e luci di speranza” in ogni casa

MARGHERITA DI SAVOIA - «Dal primo novembre, tutte le sere, dopo la Santa Messa, ci mettiamo in adorazione davanti a Gesù. Questo momento l’ho intitolato “Dieci minuti con Gesù”. È un momento meraviglioso che dà la possibilità a chi ci segue da casa - attraverso la pagina Facebook della Parrocchia “San Pio” - di pregare insieme con noi. Viviamo un periodo davvero delicato: tante famiglie sono state contagiate, o sono in quarantena, o vivono nella paura e nell’ansia. Solo la preghiera - che definisco medicina che ci sostiene nel momento della debolezza - ci può aiutare. (Video)

Cari fratelli e sorelle amati dal Signore, cerchiamo di essere tutti uniti: andiamo avanti con coraggio, chiedendo a nostro Signore che ci sia sempre vicino.

Tra qualche giorno, comincerà il tempo di Avvento che ci farà cantare Maranatha, vieni Signore Gesù, un tempo che ci prepara al Natale. Sicuramente sarà diverso quest’anno, ma vogliamo vivere questo tempo nella speranza, pregando gli uni per gli altri. Come iniziativa vi propongo di far fare il presepe in casa a tutti i bambini, in modo da spiegare loro il significato, e di addobbare le nostre case, finestre, balconi con le luci. Quella luce vogliamo chiamarla “Luce di Speranza”. Il Signore Gesù venga a nascere nei nostri cuori e porti tanta tanta forza nella nostra vita.»

Don MICHELE SCHIAVONE

box alicino michele