Sprechi alimentari, Mennea: “L’Università di Bari vara il primo short master a livello nazionale: un traguardo per la Puglia”

BARI – “Il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Bari ha istituito, per l’anno accademico in corso, il primo short master in ‘Save food, gestione dello spreco alimentare’. Si tratta del primo percorso formativo di livello universitario, a livello nazionale, che ha come obiettivo quello di formare manager della gestione e prevenzione dello spreco alimentare e farmaceutico, in grado di coniugare competenze tecniche e competenze professionali e di esperienza orientate a supportare i produttori di eccedenze, grandi e piccoli, gli enti locali, le rappresentanze del terzo settore nella organizzazione di un efficace percorso mirato a recuperare e ridistribuire tutte le eccedenze recuperabili, improntato ad una economia sociale e di sistema circolare”. Lo annuncia il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, promotore della legge regionale 13/2017 sul recupero degli sprechi alimentari e farmaceutici.

“L’Università di Bari, con il rettore Stefano Bronzini, si è dimostrata - prosegue Mennea - al nostro fianco. Si tratta di un bel traguardo raggiunto per la formazione manageriale di operatori di associazioni e di imprese, impegnate da anni nel recupero delle eccedenze alimentari che ora avranno un titolo accademico di formazione superiore. Si tratta di un riconoscimento anche per la Regione Puglia, che è stata davvero lungimirante nel volere una legge ad hoc, nella quale il presidente Michele Emiliano ha creduto sin dal primo momento. Ed è un modo per rafforzare anche il sistema di Protezione civile, con l’integrazione di figure esperte nel settore del recupero delle eccedenze alimentari, soprattutto in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo a causa della pandemia: recuperare cibo e farmaci ancora utilizzabili - conclude Mennea - è non solo un atto di tutela ambientale, ma anche un dovere etico per un governo che non intende lasciare nessuno indietro”.

Lo short master ‘Save food, gestione dello spreco alimentare. Istituzioni, innovazione, territori - Save Food - Food waste management. Institutions, innovation, territories’, diretto dalla professoressa Letizia Carrera, sarà presentato ufficialmente in live streaming nei prossimi giorni. Avrà durata di 100 ore e si svolgerà con modalità online, con docenti ed esperti delle diverse materie di insegnamento. Il comitato scientifico dello short master vede al suo interno, oltre alla professoressa Carrera e al professor Paolo Ponzio, direttore del Dipartimento di Studi umanistici, anche l’avvocato Carmen Craca, consulente tecnico della legge regionale, lo stesso consigliere regionale Ruggiero Mennea, la deputata Maria Chiara Gadda, promotrice della legge nazionale anti spreco (la 166/2016) e Antonio Mario Lerario, dirigente regionale della Protezione civile. Il bando e tutte le informazioni necessarie sono disponibili al seguente indirizzo: link.

Ufficio Stampa Ruggiero Mennea

box terme