Comune di Margherita ed Arca Capitanata assieme per un nuovo grande progetto di edilizia residenziale pubblica

MARGHERITA DI SAVOIA - Il 26 ottobre scorso, la Giunta comunale di Margherita di Savoia, all’unanimità, ha deliberato l’approvazione dell’atto di indirizzo e dello schema di convenzione del protocollo d’intesa tra Comune di Margherita di Savoia ed Arca Capitanata, enti che hanno manifestato la comune volontà di partecipare all’avviso pubblico “Programma dell’Abitare Sostenibile e Solidale Regione Puglia”. Il progetto è stato regolarmente presentato nei termini.

LE FINALITÀ DEL PROGETTO - Tale avviso pubblico è formulato al fine di favorire la realizzazione di: a) interventi di nuova costruzione di edifici di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata di tipologia nZEB; b) interventi di recupero e/o manutenzione straordinaria di immobili di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata; c) acquisto di alloggi invenduti di edilizia privata. I finanziamenti sono individuati nell’ambito delle economie rinvenienti da programmi di interventi pregressi finanziati con leggi statali e giacenti presso la Cassa Depositi e Prestiti.

LE LINEE DI INTERVENTO - Arca Capitanata parteciperà al bando con riferimento alla Linea di intervento 1, sia per gli interventi di nuova costruzione, sia per gli interventi di recupero e manutenzione straordinaria di alloggi e di immobili, sia per l’acquisizione di alloggi invenduti di edilizia privata. Il Comune di Margherita di Savoia parteciperà al bando con riferimento alla Linea di intervento 2, per gli interventi di riqualificazione delle aree pubbliche ove insistono i lotti di proprietà di Arca Capitanata oggetto di recupero.

L’INTERVENTO DEL COMUNE - Nello specifico, il Comune di Margherita di Savoia: a) ha nella propria disponibilità un’area urbana da candidare alla procedura di selezione per la localizzazione di un intervento di nuova costruzione di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata di tipologia nZEB; b) il valore dell’area messa a disposizione si deve intendere quale cofinanziamento per la realizzazione degli immobili; c) ė dotato di graduatoria definitiva per l’assegnazione di alloggi ERP; d) intende partecipare in proprio all’avviso pubblico per finanziare interventi di completamento delle urbanizzazioni nelle aree in cui ricadono gli alloggi di proprietà Arca Capitanata per eventuale: realizzazione, adeguamento, recupero e/o riqualificazione di aree pubbliche; realizzazione di infrastrutture viarie che comprendano eventuali misure atte a limitare inquinamento acustico, atmosferico ed elettromagnetico; realizzazione di impianti di illuminazione, del gas o di telecomunicazioni; realizzazione di impianti sportivi di quartiere, centri sociali ed attrezzature culturali e sanitarie.

GLI ALLOGGI EX SICEL - Come già emerso in Cabina di regia prefettizia del 30 luglio scorso, il Comune di Margherita di Savoia ritiene opportuno invitare Arca Capitanata a valutare l’acquisto di ulteriori alloggi rinvenienti dal fallimento SICEL, rispetto al quale Arca Capitanata ha già partecipato alle precedenti aste aggiudicandosi n. 13 lotti. Tanto al fine di fronteggiare l’emergenza abitativa venutasi a determinare nel territorio di Margherita di Savoia.

L’INTERVENTO DI ARCA CAPITANATA - Arca Capitanata intende: 1) riqualificare gli insediamenti di proprietà di edilizia residenziale pubblica esistenti nel Comune di Margherita di Savoia per un totale di n. 84 alloggi siti in via Sancta Maria de Salinis, via San Nicola de Petra, via dei Crociati, via Cavalieri di Malta, via Togliatti e via Nenni; 2) garantire la costruzione di n. 12 alloggi di edilizia residenziale pubblica sulle aree disponibili per garantire eventuali spostamenti delle famiglie che si rendessero necessari per garantire i lavori di riqualificazione dei lotti Arca Capitanata, oltre all’installazione di tecnologie di gestione e controllo automatico degli impianti termici ed elettrici degli edifici al fine del miglioramento dell’efficienza energetica.

LA PROPOSTA DI PROGRAMMA - Ė volontà del Comune di Margherita di Savoia e di Arca Capitanata presentare una proposta di programma che, promuovendo la partecipazione degli stakeholder alla definizione degli obiettivi, possa portare ad un incremento finanziario con risorse da parte di altre Amministrazioni dello Stato e soggetti privati, al fine di accrescere la dotazione infrastrutturale dei quartieri degradati a più forte disagio abitativo, prevedendo misure ed interventi per favorire l’integrazione sociale.

DUE TAVOLI DI CONCERTAZIONE - Il Comune di Margherita di Savoia e Arca Capitanata, per meglio coordinare le attività da svolgere, hanno inteso istituire un “Tavolo di concertazione”, costituito dai legali rappresentanti degli Enti firmatari del protocollo, ed un “Tavolo tecnico”, costituito dal responsabile dell’Ufficio Tecnico, arch. Paolo Camporeale, per il Comune e il responsabile dell’Ufficio Progettazione, arch. Anna Maria Tomasuolo, per Arca Capitanata.

GLI OBIETTIVI DELL’AMMINISTRAZIONE LODISPOTO - Evidenti gli obiettivi del progetto a cui l’Amministrazione Lodispoto sta lavorando da tempo: sostenere un piano di investimenti finalizzato a potenziare un’offerta abitativa economicamente accessibile, socialmente funzionale ed ecosostenibile da sviluppare con fondi pubblico-privati. Riqualificare i quartieri di edilizia popolare più problematici a costo zero per l’amministrazione pubblica. In tal senso, l’accordo con Arca Capitanata ė finalizzata al miglioramento delle condizioni urbanistiche, abitative, socio-sanitarie, ambientali, economiche e culturali, mediante strumenti di intervento elaborati con il coinvolgimento degli abitanti e di soggetti pubblici e privati interessati.

EMERGENZA ABITATIVA, PROMESSA MANTENUTA - La partecipazione all’avviso pubblico “Programma dell’Abitare Sostenibile e Solidale Regione Puglia” era stata ampiamente annunciata dal sindaco Lodispoto. Con la presentazione ufficiale del progetto, l’Amministrazione dimostra di onorare gli impegni presi con i cittadini margheritani nel continuare l’azione di contrasto all’emergenza abitativa. Un aiuto concreto a molti nuclei familiari in difficoltà, dopo anni di rinvii e questioni rimaste irrisolte. Fondamentale - come ha sempre dichiarato il sindaco Lodispoto - la sinergia fra gli enti locali. In particolare, indispensabile si è confermato il sostegno offerto da Arca Capitanata, l’agenzia regionale per la casa e l’abitare guidata dall’amministratore unico Donato Pascarella. Il lavoro congiunto tra Comune ed Arca Capitanata restituisce una speranza a quanti l’avevano perduta.

Redazione CorriereOfanto.it

box coldiretti