Dall’emergenza un’altra occasione per fare del bene. Il Distretto 2120 vara la “Giornata dei Rotariani”

MARGHERITA DI SAVOIA - Terminata la fase di emergenza, Puglia e Basilicata si rimettono in moto con fiducia e speranza. Il dato positivo riguarda il piano sanitario: l’emergenza pandemica non ha causato i danni ingenti e irreparabili registrati purtroppo in altre regioni; il dato negativo, sul piano economico e sociale, è comune a tutto il resto d’Italia: nuove fasce di popolazione si sono aggiunte a quelle che già versavano in situazioni di estrema difficoltà prima della crisi e adesso combattono anch’esse con lo spettro della fame e della povertà.

Anche in questa delicata e importante fase di ripartenza, così come già accaduto durante la fase “acuta” dell’emergenza, il Rotary International rimane protagonista e risponde alle crescenti richieste di aiuto con interventi diffusi e capillari messi in campo dai Club.

In Puglia e Basilicata i presidenti dei Club che danno vita al Distretto 2120 hanno proposto al Governatore Sergio Sernia l’idea di sostenere una giornata dedicata ad azioni di rilancio di una vita all’insegna della normalità.

È nata così “La Giornata dei Rotariani”: il 13 giugno prossimo, in contemporanea, ogni Club metterà in atto un’azione di servizio nel proprio territorio di riferimento. Nel mirino, come accennato, ci sono le famiglie in difficoltà, ma anche scuole, ospedali e altri edifici pubblici.

In tale quadro il Presidente del Club Valle dell’Ofanto, Lucia Cinque, con l’aiuto di alcuni soci, provvederà personalmente alla consegna di funzionali e utili colonnine igienizzanti ad alcune strutture sociali operanti nel nostro territorio di appartenenza. In particolare si è pensato di donarle al Circolo Tennis di Margherita di Savoia, al Consultorio Familiare di Trinitapoli e all’Oratorio della Chiesa Matrice di San Ferdinando di Puglia.

GIACOMO TRIGLIONE (Segretario del Rotary Club Valle dell’Ofanto)

box sos bambini