Tutela e protezione dei minori in obbligo scolastico: protocollo d’intesa tra Comune di San Ferdinando e istituti “De Amicis” e “Giovanni XXIII”

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - È stato sottoscritto qualche giorno fa un protocollo d’intesa fra Comune di San Ferdinando di Puglia, Assessorato ai Servizi Sociali e gli Istituti comprensivi “De Amicis” e “Giovanni XXIII” per la realizzazione ed il coordinamento di interventi del disagio, la tutela e la protezione dei minori in obbligo scolastico.

L’intesa, frutto di un lavoro preparatorio durato due anni e condotta dalla dott.ssa Rosa Campese, psicologa e funzionaria del Comune, è stata siglata dalla Vice-Sindaco Arianna Camporeale, che ha la delega ai Servizi Sociali, e dai Dirigenti scolastici Vincenza Bruscella e Carmine Gissi.

Si tratta di un importante risultato che arricchisce le scuole sanferdinandesi di nuovi servizi in ordine agli interventi sulla tutela dei minori e sulle attenzioni da prestare agli adolescenti a rischio abbandono scolastico.

Tra gli obiettivi previsti dal Protocollo c’è l’istituzione di uno sportello di affiancamento, ascolto e consulenza specialistica rivolto a insegnanti, genitori e studenti per la prevenzione e lo studio del disagio psicologico e familiare; il rafforzamento dello sviluppo e della personalità degli alunni; la consulenza psicologica rivolta alle famiglie per lo sviluppo dei figli; la prevenzione ed il contrasto di fenomeni di emarginazione, discriminazione legata al genere, alla confessione religiosa, all’origine, alla diversità culturale, alla salute, alla disabilità.

L’impegno è che nei prossimi giorni sarà stilato un calendario di incontri con genitori, docenti e studenti per avviare concretamente l’ascolto e la prevenzione di devianze e situazioni di criticità segnalate dalle scuole.

In un periodo in cui si registrano ancora alti tassi di abbandono scolastico e nuove forme di povertà che lambiscono l’istruzione dei minori questi nuovi servizi di collaborazione inter-istituzionale sono un segnale positivo per l’intera comunità cittadina.

GAETANO DALOISO