Nasce “Margherita Popolare”. Elena Muoio: «Insieme per dare voce al popolo»

MARGHERITA DI SAVOIA - Margherita Popolare è un movimento nato per unire tutti i cittadini margheritani che, spinti da spirito di impegno civico, intendono mettere a disposizione risorse personali e competenze nell'affrontare e cercare di risolvere le varie problematiche che affliggono il nostro amato paese.

È composto dal presidente, l'avv. Elena Muoio, dal vice presidente Monica Riondino, dal coordinatore Gaetano Daloiso, dal vice coordinatore Michele Dargenio, dal tesoriere Luigi Andriani e da tutti i membri dell’assemblea.

Il nostro movimento nasce sulla scia della manifestazione spontanea popolare del giugno 2017, dove, per la prima volta nella storia di Margherita di Savoia, i protagonisti sono stati i cittadini che uniti hanno affrontato le tematiche che li affliggevano, contestando il potere amministrativo e portandolo ad un confronto. In quell'occasione, si è come risvegliato quello spirito di solidarietà e condivisione che sembrava ormai spento. La grande vittoria è stata quella di sentirci, di nuovo, cittadini margheritani con una dignità e un patriottismo mai visto prima. Alla luce di tutto ciò, abbiamo deciso di metterci al servizio dei cittadini, affinché possano trovare, nel nostro movimento, un punto di riferimento, di ascolto, di confronto e condivisione.

È innegabile che gli strumenti per la soluzione e/o risoluzione sono nelle mani di chi amministra ed è per questo che abbiamo deciso di scendere in campo per dare voce al popolo, inteso come l'insieme di cittadini e non di sudditi di chissà quale fantomatico uomo o donna di potere. Dice il presidente: «Sono una donna combattiva e tenace, abituata a portare a termine tutto ciò che ho iniziato con l'umiltà e la determinazione di chi lotta per ottenere il risultato sperato. Sono una persona che dà valore alla parola data e la mantiene con tutte le sue forze».

Il movimento Margherita Popolare parte dal presupposto che solo conoscendo i veri problemi che colpiscono il nostro paese si possono trovare soluzioni e progetti reali. Diciamo basta ai protagonismi, all'ascesa al potere di tutte quelle persone che pensano solo a risolvere i problemi personali e i debiti vari, riversando i loro complessi di inferiorità e il loro essere fallimentari a scapito di noi cittadini. Vogliamo ridare dignità alle istituzioni per ridare dignità al nostro paese. È necessario saper ascoltare e condividere con tutti, perché in ogni cittadino margheritano si può trovare una “perla di saggezza”, un'idea, un progetto che possa portare alla rinascita.

Nessuno di noi può conoscere o sapere tutto: se imparassimo a scendere tra la gente senza quel distacco, quella freddezza e quell'aria di sospetto costante, riusciremo a trovare davvero una soluzione per la nostra amata Margherita di Savoia, che ha, soprattutto in questi ultimi cinque anni, toccato il fondo.

Siamo stati illusi e disillusi troppe volte, ma oggi abbiamo una certezza, ossia dal fondo si può solo risalire. Ci vorrà tempo, ma chi non combatte ha già perso. Lì dove hanno fallito i vecchi schemi, i vecchi metodi, la vecchia politica, qui si inserirà la forza, la voglia e l’abnegazione della nascente Margherita Popolare. Dobbiamo restituire Margherita ai margheritani, dobbiamo ricostruire sulle ceneri e noi siamo il fuoco che arde ancora sotto queste ceneri.

La Costituzione Italiana dichiara, all'articolo 1, il “popolo sovrano” ed è dal popolo che bisogna ripartire, attingere ed imparare per riavere una Margherita Popolare. Ci rivolgiamo a tutti coloro che hanno Margherita di Savoia nel cuore: uniamoci, perché solo insieme possiamo dare voce al popolo e possiamo ridare vita al nostro paese.

Comunicato Stampa MARGHERITA POPOLARE

box bitrigas