Galiotta: «Responsabile del Servizio PM “premiato” con la reggenza della Segreteria comunale. Ed è subito flop partecipazioni»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Quando si chiedono sacrifici alla gente che lavora ci vuole un grande consenso, una grande credibilità politica e la capacità di colpire esosi e intollerabili privilegi.

Siamo rimasti tutti in trepidante attesa di conoscere quali provvedimenti avrebbe adottato il sindaco Marrano nei confronti dei responsabili della gestione parcheggi.

Non c’è stata nessuna risposta, ormai è una consuetudine, ma questa volta però il sindaco Marrano ha fatto di meglio; infatti, invece di prendere provvedimenti nei confronti del responsabile del Servizio P.M., a seguito del furto degli incassi dei parcheggi, essendo lo stesso già Vice Segretario, lo ha anche premiato con l’incarico di reggente della Segreteria comunale, in quanto dal 01/10/2017 la sede di Segreteria comunale della nostra città è vacante per trasferimento in altra sede del Segretario comunale titolare Avv. Giuliana Galantino.

E il neo reggente della Segreteria comunale, già responsabile del Servizio P.M, che fa?...Continua a commettere errori amministrativi restando sempre al proprio posto.

Nello specifico il 30/09/2017 c’era l’obbligo di revisione straordinaria delle partecipazioni societarie ex art.24 del DLGS N.175/2016 e s.m.i da parte dell’Amministrazione comunale.

Il Comune di Margherita di Savoia detiene delle quote di partecipazione in alcune Società (Salapia Sale s.r.l., GAL DaunOfantino e Consorzio Sia), pertanto c’era l’obbligo di andare in Consiglio comunale per effettuare una ricognizione di tutte le partecipazioni possedute direttamente o indirettamente.

Va segnalato che la mancata adozione della delibera di approvazione del piano straordinario di revisione, la cui competenza è del Consiglio comunale, è sanzionata dall’art. 24, comma 5, T.U.S.P.

Ci dica, sig. Sindaco, come mai, visto l’obbligo di legge, non si è tenuto il Consiglio comunale ma avete deciso in Giunta, con Delibera n.156 e n.157 la revisione straordinaria delle partecipazioni e l’approvazione del Bilancio consolidato?

Avete informato la Corte dei Conti che l’organo Giuntale ha deliberato argomenti di competenza Consiliare?

Avete informato il Prefetto del mancato Consiglio comunale?

Quale forza di causa maggiore vi ha impedito di andare in Consiglio comunale?

E il Segretario comunale reggente come mai non si è accorto che questa importante scadenza era di competenza del Consiglio comunale? Sapete che senza delibera di Consiglio non siete legittimati a partecipare ad alcuna assemblea delle stesse Società?

Siete molto attenti nel rispettare l’articolo di legge per gli affidamenti diretti e poi vi perdete queste scadenze importanti?

Con determina n.297 del 22/05/2017 avete affidato per le vie brevi i lavori di ripristino e messa in sicurezza dell’area mercatale, che oggi già necessita di un nuovo intervento, per un importo pari ad € 39.924,06 IVA inclusa, visto che l’art. 36 comma 2 del D.Lgs n. 50/2016 consente l’affidamento diretto di servizi e forniture per importi inferiori a € 40.000,00.

Con determina n.348 del 08/06/2017, quindi 17 giorni dopo, avete affidato, con lo stesso criterio dell’area mercatale, i lavori di sistemazione dei vialetti in asfalto e dei cordoli della villa comunale per la messa in sicurezza e relativa fruizione da parte dei cittadini per un importo di € 39.985,77.

Tralasciando il fatto che per soli pochi euro entrambi i preventivi sono al di sotto dei € 40.000,00 che vi hanno consentito di andare per affidamento diretto, dica ai cittadini che pagano la TARI, sig. Sindaco, come mai, visto che i lavori in entrambi i casi riguardavano la fornitura di asfalto, non avete fatto una manifestazione d’intenti?

Non pensa che, vista la criticità delle casse comunali, si potevano risparmiare sicuramente dei soldi?

La villa comunale, sig. Sindaco, è stata inaugurata a fine settembre, quindi perché questa urgenza?

Come mai, sig. Sindaco, in entrambi i casi l’affidataria dei lavori è sempre la stessa? Non c’erano ditte locali che potevano eseguire i lavori?

Ma soprattutto, sig. Sindaco, la Società che ha eseguito i lavori è per caso la stessa che ha in gestione il Cimitero?

Se decide di darci delle risposte si ricordi, sig. Sindaco che durante l’incontro tenutosi presso l’auditorium, in seguito all’aumento della TARI, ha ripetuto più di una volta che sarebbero usciti presto i nomi di coloro che sistematicamente evadono le tasse e che hanno contribuito in maniera esponenziale al rischio di defoult dell’Ente.

E allora, sig. Sindaco, nel rispetto dei principi di uguaglianza tra cittadini, Le chiedo di controllare tra i componenti della sua maggioranza inesistente se tutti hanno rispettato e rispettano scrupolosamente il pagamento dei tributi.

Le consiglio infine, sig. Sindaco, di rivedere l’ipotesi di una Sua candidatura alle imminenti elezioni comunali; Le assicuro che i Salinari non Le farebbero amministrare nemmeno i propri condomini.»

GRAZIA GALIOTTA (Consigliera comunale)

box giardino mago