Il Consiglio approva la manovra di salvaguardia degli equilibri di Bilancio 2017 e boccia la diffida Sia

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Nella mattinata di sabato 29 luglio, approvata dal Consiglio comunale la manovra di salvaguardia degli equilibri di Bilancio 2017 con i voti favorevoli della maggioranza del sindaco Puttilli; voto contrario da parte dell’opposizione.

Si è poi affrontato il punto aggiuntivo “comunicazione del Sindaco in merito all’invito e diffida a sottoscrivere il contratto ARO da parte del Presidente del Consorzio Igiene Ambientale FG/4”, punto concernente la ventilata richiesta da parte di Sia Srl all’immediata sottoscrizione del nuovo contratto di ARO entro il 28 luglio, il che avrebbe comportato un aumento pari ad un milione di euro della TARI in sede di approvazione degli equilibri.

Proposta assurda, come assurda e istituzionalmente offensiva è risultata essere la lettera di diffida ad adempiere da parte del sindaco di Cerignola che il Consiglio comunale di San Ferdinando, all’unanimità, ha rigettato in toto.

Questo il testo, votato all’unanimità, dal Consiglio sull’accapo:

a) di dare mandato al Sindaco di appellare nelle sedi opportune la sentenza del TAR PUGLIA n. 795 del 2017;
b) di considerare valido a tutti gli effetti il contratto di servizio in vigore e di essere disponibili, ai sensi dell’art. 8 e 21 del medesimo contratto, attraverso il previsto comitato tecnico, a discutere gli eventuali maggiori costi intervenuti dalla data di sottoscrizione del contratto stesso in rapporto sia ai servizi finora resi che rispetto alla qualità e frequenza degli stessi;
c) di procedere alla formale costituzione dell’ARO BT3;
d) di dare mandato al sindaco di rigettare la diffida del sindaco Metta a tutela della comunità sanferdinandese e dell’intero Consiglio comunale;
e) di dare mandato alla prima Commissione Affari Generali di riunirsi, almeno una volta alla settimana, per monitorare la situazione ed elaborare eventuali proposte da sottoporre al Consiglio.

GIOVANNI BALDUCCI

box casaltrinita