Roccotiello: «A San Ferdinando c’è una chance di cambiamento, con il Movimento 5 Stelle»

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - «A San Ferdinando di Puglia per le prossime elezioni sarà sfida a quattro. Difficile ricordare una simile varietà di proposte politiche in passato. Tramontata l’ipotesi di una quinta lista, dal tono eccessivamente retorico, i cittadini di San Ferdinando di Puglia sono davanti per la prima volta da anni non più ad una scelta ad alto tasso di egocentrismo dei due tradizionali antagonisti, mai restii a scendere in questioni che di politico hanno ben poco. Stavolta i cittadini di San Ferdinando di Puglia possono respirare una ventata d’aria fresca, votando il Movimento 5 Stelle.

Da una parte c’è il “sindaco delle tre carte”, che ha fatto della politica del fare, disfare e appaltare la sua cifra stilistica, la Repubblica di Lamacchia. Per l’ennesima volta presenta come risultati le stesse cose con un nuovo make-up. Ricostruisce una nuova carrozzeria, la fa pagare ai cittadini e il motore e il telaio sono quelle di sempre. Faticheremo a ricordarci dei suoi risultati. Dall’altra parte c’è l’Armata Brancaleone, composta da destra, sinistra, sopra, sotto. Dicono che alla base di questo complicato mix di nemici di Lamacchia (unico vero collante) ci sia un patto. Ma con chi? Sicuramente tra di loro, non certo con i cittadini.

Il Movimento 5 Stelle a San Ferdinando è alla prima esperienza politica. Non abbiamo responsabilità sull’attuale bilancio comunale, votato da esponenti che hanno fatto da transfughi. Un tempo erano avversari giurati del Sindaco, ma una poltrona da vicesindaco fa passare ogni mal di pancia. L’avevamo fatto notare più di un anno fa, con il nostro parlamentare Giuseppe D’Ambrosio, sempre attento ai temi del territorio. Calunniatori, ci dicevano. E invece oggi ce li ritroviamo nella stessa lista. Dall’opposizione in Consiglio targata Puttilli-Camporeale abbiamo saputo solo che sono stati contrari a tutto. Non sappiamo quale sarà il loro programma. Noi vi diciamo il nostro: partiamo dalla trasparenza, con lo streaming del Consiglio Comunale e delle commissioni, con un restyling del sito del Comune di San Ferdinando e un progetto per avere il wifi gratuito su tutto il territorio cittadino. Vogliamo un nuovo piano del verde. Vogliamo dare finalmente un’identità chiara al Museo Cittadino e un nuovo impulso alla cultura. Stop al consumo di suolo e una tariffazione puntuale e un miglioramento qualitativo della raccolta differenziata.

Serve un cambio di scenario. Non solo fiato sul collo a chi è già Consiglio e vuole tornarci a tutti i costi, ma nuove proposte e nuova spinta programmatica. Non dimentichiamoci della questione agricola: i nostri agricoltori hanno sviluppato una competenza nel settore della frutticultura e hanno bisogno più che mai di un sostegno, da parte dell’amministrazione comunale, in termini di capacità di adeguamento ad intercettare finanziamenti europei. San Ferdinando non può restare il piccolo orticello di qualche politico di lungo corso. Deve aumentare la capacità del suo respiro, deve avviare una nuova corsa e deve vincere la tappa. A San Ferdinando di Puglia ora c’è una chance di cambiamento, con il Movimento 5 Stelle.»

Avv. LUCIA ROCCOTIELLO (Candidata sindaco Movimento 5 Stelle San Ferdinando di Puglia)

box tribigas