Efficientamento, Galiotta: «Dopo 34 giorni, nessuna documentazione». E spunta il caso parcheggi…

MARGHERITA DI SAVOIA - «“Chi semina vento raccoglie tempesta… e la tempesta è in arrivo”.

Siamo quasi al termine del mandato elettorale ed il sindaco Marrano non ha ancora capito com’è strutturata un’assise comunale. La informo che c’è un gruppo di maggioranza…, che nel caso del Comune di Margherita di Savoia è 8+1, ed un gruppo di minoranza. La sottoscritta fa parte, fortunatamente, del gruppo di minoranza cercando di svolgere nel migliore dei modi il suo ruolo.

Lo so benissimo, sig. Sindaco, che sono una Signora, ma quando si rivolge alla sottoscritta per situazioni prettamente politico-amministrative è invitato a chiamarmi Consigliera comunale.

Durante il Consiglio comunale del 03/05/2017, la sottoscritta ha presentato un’interpellanza, come previsto dall’art. 58 del Regolamento, per chiedere lo stato dell’arte dei lavori realizzati e copia della documentazione propedeutica all’inizio dei lavori in merito “all’affidamento dei servizi di efficientamento energetico”, ma giustamente il Vs. Presidente del Consiglio ha pensato bene di andare avanti con gli accapi piuttosto che dare seguito alla mia richiesta.

Pertanto, sig. Sindaco, la discussione non è nata durante le sue comunicazioni ma prima, visto che le interpellanze si discutono prima.

La richiesta di sospensione del Consiglio comunale è stata fatta per prendere visione della documentazione relativa all’affidamento dei servizi di efficientamento energetico e la richiesta di intervento dei carabinieri è stata fatta affinché venisse accertato che in quel preciso momento la documentazione richiesta dalla sottoscritta non era stata data.

In data 03/04/2017, sig. Sindaco, in qualità di Consigliera comunale ho fatto richiesta di tutta la documentazione propedeutica all’inizio dello svolgimento dei lavori in essere al contratto di efficientamento. Entro 30 giorni dalla richiesta mi doveva essere consegnata la documentazione o una giustificazione per il mancato compimento, come da art. 328 secondo cod.pen.

In data 03/05/2017 ho protocollato un Atto di diffida, chiedendo la consegna della documentazione richiesta entro 3 giorni. Sono trascorsi i 3 giorni e la documentazione non mi è stata ancora consegnata e tantomeno mi è stata fornita una giustificazione per il mancato compimento, come da art. 328 secondo cod.pen.

Al termine del Consiglio comunale del 03/05/2017 mi sono recata con altri 4 Consiglieri comunali presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Margherita di Savoia e alla presenza del Responsabile dell’Ufficio Tecnico e di un altro funzionario comunale abbiamo constatato che la documentazione richiesta dalla sottoscritta non era presente presso l’ufficio.

Il Responsabile dell’Ufficio Tecnico in presenza dei cinque consiglieri comunali ha detto che la richiesta della sottoscritta, protocollata in data 03/04/2017, non gli era mai stata consegnata.

Le chiedo, sig. Sindaco, come mai tutta questa situazione la definisce “di minima rilevanza”. Sono trascorsi 34 giorni dalla mia prima richiesta, sig. Sindaco, e la documentazione non è stata ancora consegnata.

Durante il Consiglio comunale è stato dichiarato che la Società aggiudicataria ha iniziato i lavori, la stessa Società che oggi risulta in stato di fallimento. Credo che sull’affidamento dei lavori di illuminazione siete…poco illuminati. Vedremo, sig. Sindaco, chi dovrà rispondere davanti alle autorità competenti.

Nel frattempo le anticipo, sig. Sindaco, che presto parleremo anche del servizio parcheggi, visto che il bando che prevede l’affidamento per anni 6 con un importo notevole è stato pubblicato per soli 15 giorni, festività comprese. Come farà la Ditta che si aggiudicherà l’appalto, in pochi giorni, a sviluppare un’offerta tecnica ai sensi dell’art.173 D.Lgs. n.50/2016, senza neanche fare un opportuno sopralluogo?»

GRAZIA GALIOTTA (Consigliera comunale)

box smeraldo