Galiotta incalza il sindaco Marrano: «Progetto Alimentare? Spesi 68mila euro per tre mesi»

MARGHERITA DI SAVOIA - «“Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”. Livore: astio, rancore causati da invidia. Illazioni: supposizione arbitraria. Infangare: coprire di disonore.

Il sindaco Marrano continua a comportarsi come uno scolaro furbo che per nascondere la propria impreparazione cerca di fare il brillante con i professori (cittadini) uscendo sempre fuori traccia per non rispondere alle domande che gli vengono formulate.

Sono ben quattro anni che il sindaco Marrano continua a raccontare la storiella che quanto detto dalla sottoscritta non è altro che frutto di rancore.

Livore, sig. Sindaco, non mi appartiene, perché sono onorata ed orgogliosa di non far parte della sua maggioranza formata da 8+1 e non dai 12 consiglieri eletti dal popolo. Qualcosa vorrà pur dire.

Illazioni, come Lei le definisce, non credo proprio. Le domande formulate sono scaturite da atti deliberati e firmati da Lei. La sottoscritta svolge fin troppo bene il ruolo di Consigliere comunale in maniera costruttiva e lo dimostra il fatto che quotidianamente leggo quello che voi deliberate e firmate.

Infangare, non credo. Io parlo di questioni amministrative senza offendere nessuno. Lei invece continua imperterrito ad offendere usando termini sgradevoli.

E siccome non voglio uscire fuori traccia come fa sempre Lei, Le riformulo le domande in maniera più semplice ed elementare, invitandola a rispondere ai cittadini.

E quindi, sig. Sindaco, è vero che nella delibera della Corte dei Conti del 03/03/2017 n.31, a pagina 5, c’è scritto che la mancata presentazione del piano di riequilibrio finanziario avrebbe comportato l’applicazione dell’art. 6, comma 2, del D.Lgs. n. 149/2011, ovvero la deliberazione del dissesto e che quindi l’adozione alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale che comporterà un aumento per ogni cittadino di circa € 300,00 come dichiarato dal Responsabile del servizio finanziario durante il Consiglio comunale del 03/02/2017, è stata adottata per evitare il dissesto determinato dal vostro piano di rientro “fallimentare”?

Perchè, sig. Sindaco, per la redazione del Dup 2017/2019, Bilancio 2017/2019 e Rendiconto 2016 avete dato incarico alla Società IDEAPUBBLICA Srl per una somma complessiva di € 17.385,00 nonostante il Comune di Margherita di Savoia ha in organico un Responsabile di Servizio inquadrato come Specialista in attività economico-finanziarie e per la redazione della stessa documentazione nel 2016 avete speso € 10.185,78, quindi molto meno, non avendo in organico il Responsabile del servizio finanziario? Perché vi siete affidati alla Società IDEAPUBBLICA Srl di Pesaro? Il bilancio comunale è importantissimo, vi siete fidati così tanto perché? Per caso conoscevate qualcuno all’interno della Società?

Ci dica, sig. Sindaco, come mai il servizio di miglioramento dell’efficientamento energetico della pubblica illuminazione, esterna ed interna, sul territorio di Margherita di Savoia per il quale avete già firmato un contratto ad inizio dicembre 2016 non è ancora partito? E come mai, se ad inizio dicembre 2016 avete firmato il contratto, il 14/12/2016 avete affidato ad un’altra ditta con delibera di Giunta n. 217 lavori urgenti di manutenzione ordinaria per un importo di € 48.581,99?

Ma Lei, sig. Sindaco, andrebbe mai a riparare il motore di autovettura venduta alcuni giorni prima?

Non si capisce come mai, sig. Sindaco, Lei è restio a dirci quanto ha incassato il Comune dalla gestione parcheggi. Ma dalla gestione dei parcheggi 2015 avete incassato la seconda rata, pari ad € 50.000,00? Deve dire alla cittadinanza, per trasparenza, l’incasso netto della gestione 2016. È vero che durante lo scassettamento di uno dei parcometri in zona Amerigo Vespucci avete trovato solo € 4,00?

E restando in argomento parcheggi, sig. Sindaco, ci sarà per caso a breve un bando per la gestione dei parcheggi? Sarà forse per 9 anni? E l’importo della concessione a quanto ammonterebbe?

A circa un anno dalla fine del suo mandato era proprio necessario spendere € 33.000,00 per assumere un componente nel suo staff? Perché non avete richiesto dei curriculum, piuttosto che scegliere proprio quel componente? E se era necessario, vista la situazione delle casse comunali, non poteva pagarla dai suoi emolumenti? (Leggi Determina)

In merito al Progetto Alimentare ci sono le determine che attestano inequivocabilmente che per tre mesi avete speso € 68.000,00 quindi non ci sono illazioni di sorta. L’unica variazione rispetto all’articolo precedente è relativo alle entrate presumibili che non ammontano ad € 18.000,00 ma ad € 13.500,00, perché come da Lei dichiarato sui giornali gli alunni sono 150 (alunni 150 x € 30,00 x 3 mesi = € 13.500,00). Quindi a carico di chi sono le differenze?

Le domande, sig. Sindaco, sono lecite dal punto di vista amministrativo e le preannuncio che continuerò a farle, aggiungendo sempre dell’altro. Non c’è nulla di personale quindi la smetta di offendermi pubblicamente.

Come consigliera comunale “costruttiva” ho ritenuto opportuno informare gli organi competenti.

Lei, invece, dia le doverose risposte ai cittadini.

Amore, generosità, onestà, umiltà e rispetto verso le persone sono i valori che la mia famiglia mi ha trasmesso e non permetto a nessuno, tanto meno a Lei, di metterli in discussione».

GRAZIA GALIOTTA (Consigliera comunale costruttiva)

box tribigas