Presentata l’associazione “Orizzonti”. Patruno: «Ricostruire le ragioni di un centrosinistra rinnovato»

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Affollata presentazione di “Orizzonti”, libera associazione di cultura, informazione e formazione politica presso l’emeroteca del Centro Culturale Polivalente, forse troppo piccolo per contenere tutti i cittadini che hanno partecipato ad un evento atteso a San Ferdinando di Puglia.

Hanno delineato l’identità della nuova Associazione Cinzia Petrignano ed Andrea Patruno che hanno sottolineato come è maturata l’idea di dare vita ad un nuovo soggetto nel panorama politico ed associativo sanferdinandese: di fronte ad una chiusura del dibattito pubblico dentro e fuori i partiti tradizionali non era possibile lasciare senza voce decine di giovani, di donne, di lavoratori, di cittadini che non trovano spazio per esprimere le proprie valutazioni sui problemi della città, sempre più abbandonata a scelte verticistiche degli Amministratori locali. La nascita di “Orizzonti” non è stata determinata solo dalle ultime vicende amministrative che hanno visto un cambio trasformistico della maggioranza uscita dalle elezioni del maggio 2012, passando da una coalizione di centrosinistra (Pd e Sel) ad una alleanza centrista con Scelta civica; ma è stata voluta anche dal fatto che nello stesso Pd sta prevalendo la logica dell’isolamento, della chiusura e dell’arroccamento attorto al Sindaco uscente, “uomo solo al comando”.

In particolare Andrea Patruno ha precisato che attorno ad una proposta aperta a quanti si riferiscono agli ideali di una comunità resistente, europeista, democratica, inclusiva si possono ricostruire le ragioni di un centrosinistra rinnovato dalla partecipazione di iscritti ai partiti, ma anche di cittadini non iscritti ad alcun partito e desiderosi di partecipare al dibattito pubblico sui problemi della città. Solo così è possibile contrastare da una parte le ammucchiate senza identità culturale e dall’altra la chiusura a riccio in formazioni politiche che una volta liquidato il dibattito politico si trasformano in comitati elettorali. Per questo Patruno non ha escluso la presentazione di una lista competitiva alle prossime elezioni comunali.

Ricco ed articolato il dibattito animato dagli interventi di Carmine Gissi, Gianfranco Capacchione, Vincenzo Brucoli, Carlo Casamassima e Franco Lopez che hanno convalidato le ragioni dell’Associazione che si propone appunto di rigenerare il dibattito culturale e politico nella città ed hanno anche mostrato interesse per la ricchezza di proposte e per la pluralità delle opinioni che le sostengono.

Le prossime settimane ci diranno se ed in quale misura questa nuova iniziativa avrà contribuito ad aprire nuovi “orizzonti”, è il caso di dirlo, nel panorama politico ed amministrativo di San Ferdinando.

GAETANO DALOISO

box tribigas