PD Margherita: “Convenzione su fanghi e acque madri, amministrazione comunale come Don Abbondio”

MARGHERITA DI SAVOIA - «Pochi giorni fa si è discusso di un tema molto sentito dalla popolazione come quello della fruibilità diffusa delle risorse termali, come nelle storie manzoniane vi è un equilibrio sottile tra fatti reali e storici (documenti ufficiali) e una ricostruzione romantica e verosimile (ma carente di documentazione) come quella presentata dell’amministrazione comunale.

La vicenda delle risorse termali, delle mancate opportunità di sviluppo territoriale e del potere economico nelle mani di pochi è tratto distintivo di questo territorio, tanto da aver brevetto solo per Margherita di Savoia la cosiddetta “Matassa senza Bandolo” una miriade di risorse pubbliche indisponibili per la collettività senza soluzione di continuità.

La comunità Salinara in attesa da 99 anni della scadenza concessoria per il prelievo di acque e fanghi dalla salina, visti gli annunci fatti dalla casa comunale negli oltre tre anni di amministrazione Lodispoto attendeva trepidante il punto di svolta sulla vicenda, come una sorta di liberazione ed invece abbiamo assistito ad un consiglio comunale e a delle deliberazioni pavide e frammentarie.

Consiglieri comunali chiamati a deliberare su documenti secretati, documenti pubblici annunciati come atti con segreto d’ufficio (manco fossero dossier della CIA) impossibilità di ricostruzione storica della vicenda, urla e voto a maggioranza al motto “un primo passo verso il futuro!”.

Inutile dire che le modalità scelte dal sindaco e dalla sua amministrazione sono contro ogni logica democratica, si attiva una commissione per valutare il da farsi la stessa non si incontra mai, si annuncia una commissione inesistente di esperti, si concorda con le parti interessate una scrittura privata che viene ratifica in consiglio comunale.

Il contenuto del famoso protocollo di intesa è ormai pubblico e ci riserviamo di valutare qualsiasi azione utile ad approfondire nelle sedi opportune la correttezza dello stesso, oltre che a produrre pubblicamente nelle prossime ore una relazione dettagliata sui punti salienti e sulle criticità della stessa.

Per quanto visto e letto finora non possiamo esimerci dal paragonare l’operato di questa amministrazione a quello del buon Don Abbondio: un atteggiamento utile a scansare tutti i contrasti ad evitare ogni tipo di contenzioso seppur legittimato, un modo comodo per scansare tutti i pericoli e schierarsi sempre dalla parte del più forte.

Continua…»

PARTITO DEMOCRATICO Margherita di Savoia