Cade l’amministrazione Puttilli: 10 consiglieri comunali hanno firmato dal notaio le loro dimissioni

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Protocollate questa mattina a Palazzo di Città le dimissioni contestuali dei consiglieri comunali Fabio Capacchione, Giuseppe Zingaro, Arianna Camporeale, Giuseppe Bruno, Flora Manco, Grazia Dipace (appartenenti al gruppo consiliare “Costruiamo Insieme”), Michele Lamacchia, Luigi Dipace, Francesco Camporeale, Daniela Rondinone (del gruppo consiliare “San Ferdinando di Puglia Democratica e Popolare”).

Nella tarda serata di ieri, constatato che non c’erano più le condizioni per una proficua ed efficace azione amministrativa nell’esclusivo interesse del Comune di San Ferdinando di Puglia, i 10 consiglieri comunali hanno dichiarato davanti ad un notaio la loro volontà di dimettersi e di cessare concordemente e contemporaneamente, con effetto immediato ed irrevocabile, dalle rispettive cariche di consiglieri comunali del Comune di San Ferdinando di Puglia, ai sensi e per gli effetti di legge, ed in particolare dell’art.141, comma 1, lettera b), n.3 del Dlgs. n.267/2000 e s.m.i., al fine di provocare lo scioglimento del Consiglio comunale di San Ferdinando di Puglia.

L’atto - indirizzato al Presidente del Consiglio comunale, Giacomo Rosario Demichele; al Segretario Generale del Comune di San Ferdinando di Puglia, dott.ssa Graziella Cotoia; e a Sua Eccellenza il Prefetto della Provincia di Barletta-Andria-Trani, Maurizio Valiante - pone fine all’esperienza amministrativa civica del sindaco Salvatore Puttilli, a pochi mesi dalla scadenza del mandato, ed affida le sorti della città al commissario prefettizio fino alle prossime elezioni amministrative.

GIUSEPPE DALOISO