Ex Palazzo di Città, il PD chiede ai consiglieri comunali di farsi promotori di una discussione nell’assise pubblica

MARGHERITA DI SAVOIA - «Sono oltre mille le firme raccolte dal comitato spontaneo “Casa dei cittadini” raccolte in tempi record per evitare che l’ex municipio di Margherita di Savoia possa diventare una caserma nel cuore della città, smobilitando di fatto uno dei pochi immobili storici del nostro paese (leggi, ndr).

Nonostante l’impegno civico e spontaneo di molti cittadini che liberamente hanno promosso la raccolta firme, assistiamo all’indifferenza sul tema da parte del primo cittadino e della sua maggioranza che, difatti, si trincera dietro un regolamento comunale per evitare di trattare discussione nell’assise pubblica (leggi, ndr).

L’indifferenza mostrata sulla vicenda evidenzia in maniera plastica l’approssimazione e l’arroganza con cui vengono trattate le istanze su tutti i beni comuni, limite oltre il quale l’attuale amministrazione cerca di nascondere evidenti inefficienze e carenze relazionali, trincerandosi in un racconto della realtà alterato.

Riteniamo inaccettabile che un tema così importante per il nostro paese non possa essere trattato in consiglio comunale, ragion per cui chiediamo ai consiglieri di buona volontà di qualsiasi estrazione politica (anche di maggioranza) di farsi promotori di una richiesta di un consiglio comunale tematico, affinché la vicenda possa essere trattata nell’assise pubblica.

Ora come non mai è necessario accorciare la distanza tra cittadini e politica.»

PARTITO DEMOCRATICO Margherita di Savoia