Emergenza Covid, Muoio e Scognamiglio (Gruppo Misto): «Disponibili a collaborare. Con rammarico, registriamo comportamenti ostruzionistici»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Noi sottoscritte Avv. Elena Muoio e Dott.ssa Rosa Scognamiglio, in qualità di consigliere comunali, abbiamo chiesto, a mezzo posta certificata con ricevuta di accettazione e consegna in data 8.11.2020, chiarimenti circa il costante mancato riscontro di ogni nostra pec (ad esclusione delle richieste di stenotipie dei C.C.), nonché, dell'assoluta mancanza di informazioni circa la situazione emergenziale da Covid-19 e di tutti i provvedimenti e le azioni poste in essere dal Sindaco e dall’intera amministrazione. Lo stesso sindaco ha precisato, a mezzo stampa, che l’attività amministrativa procede anche durante questa emergenza ed è necessario, per lo stesso motivo, che le scriventi vengano messe nelle condizioni di poter vigilare e controllare l’operato amministrativo, per poter svolgere appieno il loro ruolo istituzionale. Pertanto, abbiamo invitato a riscontrare le nostre pregresse pec, così come abbiamo chiesto informazioni ed aggiornamenti circa i lavori di ripristino dello stato dei luoghi, da noi richiesti, della Sezione Distaccata dell'Istituto Alberghiero sito nell’ex comune; circa l’incontro con il Prefetto sul “Patto di Sicurezza Urbana” da noi sollevato nel C.C. del 11.08.2020, e se avete previsto anche il progetto per le “Scuole Sicure” del Ministero dell’Interno, per intensificare i controlli nei pressi delle scuole secondarie di primo e secondo grado della città, al fine di garantire maggiore sicurezza e prevenzione in materia di spaccio di stupefacenti ma anche attraverso la sensibilizzazione e l’informazione dei giovani su temi, strettamente attuali, come ad esempio il bullismo, il cyberbullismo, il consumo di alcol e droghe, che riguardano sempre più spesso i ragazzi/e in età adolescenziale; e...molto altro!

Abbiamo espresso il nostro rammarico, invece, per la continua reiterazione di comportamenti ostruzionistici all’espletamento del nostro mandato e, in particolar modo, ritenendo inaccettabile che avvenga anche durante questa fase così delicata. Già nel precedente lockdown, abbiamo dimostrato (sia a mezzo pec che di persona) di essere propositive e collaborative per l’emergenza sanitaria che si stava vivendo, la stessa disponibilità a collaborare che confermiamo anche in questa nuova ondata epidemiologica. Inoltre, abbiamo voluto sottolineare che le notizie le acquisiamo solo ed esclusivamente a mezzo social e, purtroppo, non avendo un quadro chiaro e completo della situazione, diventa difficile per le sottoscritte dare il giusto contributo nell’interesse dell’intera comunità salinara.

Al contempo, abbiamo ringraziato per l’accoglimento della nostra richiesta di riattivazione del C.O.C., ossia del “servizio di gentilezza” che fornisce spesa, medicinali a domicilio a favore dei disabili, degli anziani, dei malati e dei quarantenati a causa del Covid-19, anche se appreso, anch’esso, a mezzo social. Abbiamo espresso, altresì, l’apprezzamento per il Servizio USCA (Unità Speciale di Continuità Assistenziale) che pur non essendo, come dice il sindaco Puttilli, ad appannaggio esclusivo del nostro comune di Margherita di Savoia ma dell’intero Distretto, che comprende anche i comuni di San Ferdinando di Puglia e di Trinitapoli, riteniamo essere un’ottima iniziativa a supporto della collettività.

Abbiamo posto degli interrogativi e delle proposte per noi essenziali al fine di avere chiarimenti e tutelare, ulteriormente, la nostra cittadinanza, ossia:

- in considerazione dell’aumento considerevole dei contagi in Paese e del fatto che, comunque, in vista del rientro in presenza degli alunni, occorre pulire e sanificare scuole e plessi che sono stati aperti e frequentati, è stata effettuata o programmata la sanificazione? Se così fosse, chiediamo che ci vengano esibite le certificazioni attestanti tale sanificazione, in caso contrario, proponiamo l’immediata sanificazione dei suddetti plessi e scuole;

- se è stato previsto, inoltre, lo stanziamento di risorse per potenziare la fruizione della DDI (sia a scuola, potenziamento della connessione, che a casa, attraverso l’acquisto di dispositivi e schede utili allo scopo per le famiglie che ne hanno ancora bisogno) così com’è avvenuto in altri comuni. Sarebbe auspicabile, infatti, attivarsi in tal senso al fine di aiutare la comunità scolastica e, soprattutto, le famiglie meno abbienti, in un momento di particolare difficoltà economica, sociale e sanitaria, come quella che stiamo attraversando.

Infine, abbiamo concluso evidenziando al Sindaco, la palese volontà di non sollevare alcuna polemica, bensì, di voler dare un contributo fattivo ed una collaborazione concreta in questa triste e difficile situazione emergenziale, però con la necessità di essere messe nelle condizioni di poter svolgere il nostro ruolo istituzionale, con il forte e sentito senso di responsabilità che ci ha sempre contraddistinte! Ritenendo che non sia il momento di fare i “preziosi” o, come dice qualcuno, gli “splendidi”, ma è il momento della coesione e della collaborazione per la salvaguardia della salute di tutti.»

Avv. ELENA MUOIO, Dott.ssa ROSA SCOGNAMIGLIO (Consigliere comunali del “Gruppo Misto”)

box zingrillo