Giugno 2018-luglio 2020, evitato il dissesto finanziario del Comune: le dichiarazioni del sindaco Lodispoto

MARGHERITA DI SAVOIA - Importantissimo risultato messo a segno dall’Amministrazione Comunale in ordine al piano di risanamento finanziario dell’Ente: al riguardo il Sindaco di Margherita di Savoia, avv. Bernardo Lodispoto, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

«Dopo due anni di duro lavoro volto al risanamento della situazione finanziaria del nostro Comune, in data 2 luglio la Sezione Regionale di Controllo per la Puglia della Corte dei Conti ha approvato, con deliberazione n.71, il piano di riequilibrio finanziario pluriennale scongiurando ogni ipotesi di dissesto.

Il Piano di riequilibrio presentato dalla precedente Amministrazione Marrano non era caratterizzato da “completezza dei contenuti”  ed erano presenti “talune carenze informative al momento dell’approvazione”  (pag. 32 della deliberazione n. 71), superate esclusivamente in seguito alle richieste della Commissione del Ministero dell’Interno e nell’ambito dell’istruttoria svolta dalla Sezione Regionale di Controllo della Corte dei Conti Puglia nel corso del nostro mandato.

La Corte dei Conti aveva evidenziato le principali problematiche quali la carenza di liquidità ascrivibile alla sussistenza del contenzioso tributario con la società Atisale S.p.A., il conseguente ingente ricorso alle anticipazioni di liquidità che si sono tradotte in elevato indebitamento dei Margheritani, oltre alla presenza di un contratto derivato finanziario più volte censurato dall’organo di controllo.

Nell’arco di questo biennio invece l’Amministrazione Lodispoto ha dato concrete risposte alle principali problematiche, profondendo ogni sforzo verso politiche di risanamento di una disastrosa situazione finanziaria, patrimoniale ed economica, aggravata - come si legge nella relazione della Corte dei Conti - dalla precedente Amministrazione Marrano. Nel corso del processo di analisi del piano di riequilibrio da parte delle Autorità competenti, questa Amministrazione ha colmato ogni carenza di tipo formale e sostanziale ridisegnando concrete politiche di razionalizzazione della spesa nonché implementando nuovi processi per regolarizzare le entrate, garantendo maggiore liquidità delle casse comunali.

L’Amministrazione Lodispoto ha recuperato alle casse comunali somme pari a circa 500mila euro, rivenienti da contabilità di Lavori Pubblici riguardanti progetti risalenti anche a parecchi anni or sono (1996, 2006, ecc.): in questo modo non solo abbiamo evitato la restituzione di ingenti somme ma abbiamo avuto accesso anche ad ulteriori finanziamenti per circa 15 milioni in termini di opere e lavori di cui la nostra comunità potrà beneficiare senza fare alcun ricorso a maggiore indebitamento.

Dopo anni di contenzioso inoltre è stata definita tutta la creditoria in essere con Atisale S.p.A. per un valore di circa 5 milioni di euro, di cui oltre un milione da pagarsi entro fine anno 2020 e oltre 800 mila euro già da noi incassati con riferimento all’annualità 2015.

Abbiamo proceduto dopo molti anni con la vendita degli immobili previsti nel piano di alienazione, che ha consentito un miglioramento della liquidità e della capacità di spesa.

Al contempo in relazione alle spese, questa Amministrazione nel corso dei primi due anni di lavoro si è orientata ad una rigida politica generale di razionalizzazione garantendo i servizi essenziali dei cittadini e promuovendo attività di sponsorizzazioni in caso di finanziamento di differenti attività.

Le politiche attuate hanno così consentito di sanare le carenze formali e sostanziali presenti nel piano di riequilibrio inizialmente presentato, determinandone l’attuale approvazione e prodotto ottimi risultati in termini di recupero del disavanzo. Nello specifico con l’approvazione del rendiconto 2019 si è attestato un miglioramento di circa 500mila euro.

L’attuale sana gestione, volta alla riduzione dell’ingente indebitamento ereditato si è rilevata efficiente anche perché l’Ente non ha adottato alcune delle ultime misure poste in essere dal Governo per le situazioni derivanti dall’Emergenza Covid: rinegoziare i mutui esistenti o effettuare ulteriori richieste di anticipazioni di liquidità avrebbe significato esporre l’Ente a maggiori debiti.

È importante sottolineare che la nostra Amministrazione Comunale è intervenuta per risanare la situazione laddove la precedente Amministrazione Marrano non aveva ottemperato ad alcuna prescrizione fra quelle previste nel piano di rientro concordato con la Corte dei Conti

Il lavoro serio e rigoroso, attuato come dal nostro programma, oggi finalmente ci ripaga con il traguardo dell’approvazione al piano di riequilibrio. I miei ringraziamenti vanno alle strutture comunali, alla Giunta Comunale, ed in particolare all’Assessore al Bilancio Dott.ssa Francesca Santobuono a tutti i consiglieri di maggioranza ed a quei consiglieri di minoranza che hanno espresso parere favorevole a tutte le misure finanziarie deliberate sino ad oggi in Consiglio Comunale.

Continueremo ad amministrare questo Ente sotto lo sguardo attento della Corte dei Conti, alla quale ogni sei mesi si dovrà dar conto della situazione finanziaria del nostro Comune: non abbiamo vinto la guerra ma semplicemente la prima di tante battaglie che, giorno per giorno, affronteremo con l’umiltà e il silenzio che ci ha contraddistinto da due anni a questa parte, per tutelare gli interessi della collettività salinara».

DALLA RESIDENZA MUNICIPALE