Il “Centrodestra Margherita” replica al comunicato della Lega: «L’unica infondatezza sta nelle dichiarazioni di Riviello e Abruzzese»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Prendiamo atto del comunicato stampa del segretario provinciale della Lega Salvini, Giovanni Riviello, e del commissario cittadino Michele Abruzzese, i quali dichiarano di non aderire al progetto. Onde evitare speculazioni e/o false interpretazioni del predetto comunicato è bene precisare che non vi è stata alcuna notizia infondata da rettificare, avendo pubblicato quanto è avvenuto nel percorso che ha portato all’unione del CENTRODESTRA MARGHERITA.

La Lega è stata citata tra i promotori che hanno portato alla nascita di questo progetto; infatti, eravamo a conoscenza del commissariamento che non ha permesso di sottoscrivere il patto federativo, perché il nostro progetto parte dal presupposto della trasparenza, ed è necessario sapere chi rivestirà il ruolo di segretario cittadino della Lega Salvini, al fine di evitare sorprese sgradite di qualche “personaggio” che possa avere un pregresso politico “fallimentare o deludente” e/o addirittura un presente di appartenenza al centrosinistra. Pertanto, stupisce l’affermazione di “infondatezza”, soprattutto da parte del sig. Abruzzese, il quale era bene a conoscenza di tutto ed ha persino partecipato alla riunione decisiva. Questo è un dato oggettivo ed inconfutabile! Purtroppo, spesso è necessario collegare “il cervello alle braccia, alle gambe ed al resto del corpo politico di appartenenza” prima di rischiare di cadere in affermazioni inesatte e/o non corrispondenti al vero, o forse, semplicemente, bastava dare una lettura attenta a quanto da noi affermato.

In fondo c’è la stessa volontà, come dichiarato dai due della Lega, di “creare un clima di unità per un’azione politica ancora più forte e determinata”, in virtù della comunione di intenti che ci vede, anche in questo caso, sulla stessa linea di pensiero. Lo stesso sig. Abruzzese ha sempre saputo che noi del CENTRODESTRA MARGHERITA abbiamo espresso la volontà di attendere che si trovi chiarezza prima nell’assetto politico interno della Lega che, con i vari passaggi e commissariamenti vissuti, non ha presentato certo un quadro di stabilità nei confronti di chi, come noi, non si presta a “possibili giochi politici”, ma vuole chiarezza e trasparenza da riportare ai propri cittadini. Il “coniglio dal cilindro” lo vogliamo vedere solo negli spettacoli circensi e non nella politica da presentare al Nostro Paese, troppo ferito per sopportare, ancora una volta, gli “umori altalenanti” di politici “instabili” o di “burattini e burattinai”. Alla luce di quanto su esposto, confermiamo e ribadiamo quanto già scritto e detto nel nostro comunicato di presentazione e, altresì, prendiamo atto del comportamento “politicamente ambiguo” di chi ha parlato di infondatezza.

Sicuri che si tratta di un probabile “difetto” di comunicazione interna alla Lega, auguriamo a quest’ultima di trovare quella stabilità necessaria per intraprendere un cammino unitario, dando disponibilità ad un eventuale incontro chiarificatore ad un tavolo politico, come vuole la “maturità politica”, in quanto non ci presteremo ad ulteriori scambi di opinione a mezzo stampa. Nel frattempo, contenti e soddisfatti di non aver ceduto al commissariamento della Lega, restando fermi nella convinzione di conoscere chi sarà il vero rappresentante locale in veste di segretario, prima di qualsiasi firma, continuiamo nel nostro percorso di rinascita del Centrodestra margheritano, più uniti che mai, tenendo lontani tutti coloro che intendono rimanere nel “limbo delle decisioni calate dall’alto”.

Aveva ragione il grande Luigi Pirandello quando diceva: “Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti”. Molti politici dovrebbero imparare che la politica non è un’opera pirandelliana come “Così è (se vi pare)”, perché non sempre si può fare ciò che si vuole come pare e piace a noi, in quanto abbiamo la responsabilità politica che ci obbliga ad essere chiari nei confronti dei cittadini. Auspichiamo, quindi, che i sig.ri Riviello ed Abruzzese si rendano conto che un simile atteggiamento potrebbe condizionare il buon esito delle prossime tornate elettorali. Noi del CENTRODESTRA MARGHERITA non vogliamo regalare l’ennesima vittoria alle “sinistre locali”, soprattutto in questo momento storico che ci vede uniti a livello nazionale, con il consenso della maggioranza degli Italiani.

Comunicato Stampa CENTRODESTRA MARGHERITA