Presunte anomalie nelle Delibere relative agli incarichi legali: esposto all’ANAC, alla Procura della Repubblica e alla Corte dei conti

MARGHERITA DI SAVOIA - Due consiglieri comunali hanno scritto all’ANAC (Autorità nazionale anticorruzione), alla Procura della Repubblica di Foggia e alla Procura della Corte dei conti per segnalare presunte anomalie in merito all’affidamento di incarichi legali da parte del Comune di Margherita di Savoia.

Di seguito, il testo integrale della lettera.

«I sottoscritti, omissis e omissis, nella loro qualità di consiglieri comunali del Comune di Margherita di Savoia, espongono quanto appresso:

- l’ANAC con propria delibera n.907 del 24 ottobre 2018, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.264 del 13 novembre 2018, suffragata dal parere favorevole del Consiglio di Stato nell’adunanza della Commissione speciale del 9 aprile 2018, numero affare 01502/2017, su richiesta dell’ANAC stessa, e pubblicato il 3 agosto 2018, ha emanato le linee guida per l’affidamento dei servizi legali nelle pubbliche amministrazioni;

- la Giunta Comunale del Comune di Margherita di Savoia, in difformità a qualsiasi disposizione legislativa, con proprio atto n.28 del 5 febbraio 2019, ad oggetto: “Atti giudiziari in danno di questo Ente. Atto di indirizzo al responsabile del servizio contenzioso per individuazione ed incarichi legali a resistere in giudizio”, incaricava il responsabile del servizio alla individuazione di che trattasi; allegato A);

- di seguito, la Giunta Comunale, con proprio atto n.85 del 6 maggio 2019, incaricava il responsabile del servizio contenzioso-legale di procedere “nel rispetto della normativa vigente di riferimento e delle linee guida ANAC, alla individuazione dell’incaricando...”, allegato C); si precisa al riguardo che già con delibera di G.C. n.28 del 5 febbraio 2019, già allegata sotto la lettera A), dava il suo atto di indirizzo al responsabile del servizio legale-contenzioso; quindi, in confusione;

- di seguito alla richiamata ed allegata delibera di G.C. 28/2019, il responsabile del servizio legale-contenzioso, di sua iniziativa e senza l’osservanza di alcuna legge in materia, e richiamato le linee guida ANAC sul servizio legale, con proprie determinazioni gestionali nn.310,313,314,315,317 tutte del 13 maggio 2019, che si allegano alla presente rispettivamente sotto le lettere D), E), F), G) ed H), ha affidato gli incarichi legali per la difesa del Comune dinanzi alle competenti Autorità giudiziarie, richiamando arbitrariamente le linee guide ANAC che sono completamente in contrasto con l’operato di che trattasi.

L’amministrazione comunale comunica in Consiglio comunale in data 16 maggio 2019 con delibera n. 101 che si adegua alle linee guida ANAC.

Per quanto sopra, si chiede alle Autorità in indirizzo gli accertamenti necessari, al fine di ristabilire la legge ed eventualmente danni erariali e quant’altro si ritiene necessario ed opportuno.

Cordialità.»

Redazione CorriereOfanto.it