Strisce blu, dalle parole ai fatti: ecco la mozione della “Minoranza attiva” presentata dalle consigliere Muoio e Scognamiglio

MARGHERITA DI SAVOIA - In merito alla questione sosta a pagamento, la “Minoranza attiva” - Elena Muoio e Rosa Scognamiglio (Gruppo Misto), Segreteria cittadina del Partito Democratico, Segreteria cittadina di Fratelli d’Italia, referenti dell’associazione Margherita al Centro - ha protocollato una mozione, ai sensi dell’art. 52 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale, inviata al Presidente del Consiglio comunale Giuseppe Napoletano, al sindaco Bernardo Lodispoto e a tutti i consiglieri comunali. Di seguito il testo integrale.

«Viste le ordinanze n.74 del 06.07.2018, n.38 del 30.04.2019 e la sua integrazione per la sosta tariffata, in cui sono state poste modifiche orarie negli stalli localizzati in prossimità ad aree di sosta a pagamento delle città (strisce blu) ed integrate altre vie e parcheggi a pagamento in varie zone della città.

Vista la Deliberazione della Giunta n.32 del 19 febbraio 2019 ed affissa all’Albo Pretorio del Comune il 27.02.2019, avente ad oggetto iniziativa denominata “Parcheggi Rosa” - Parcheggi di Cortesia per facilitare la mobilità delle donne in gravidanza e delle neomamme con prole fino al primo anno di età, che ha approvato la suddetta iniziativa istituendo n. 4 di stalli di sosta riservata denominati “Parcheggi Rosa” con possibilità di sosta per un’ora max.

Da un confronto fattivo tra le scriventi, la Segreteria cittadina del Partito Democratico, la Segreteria cittadina di Fratelli d’Italia e i referenti dell’associazione Margherita al Centro, è stata:

rilevata la scarsa presenza di strisce gialle per lo stallo di autoveicoli che trasportano persone diversamente abili;

rilevata l’assenza di apposita delibera comunale che consente la sosta gratuita in zona tariffata per cittadini e turisti muniti di pass disabili;

rilevato che le c.d. “strisce blu” devono essere alternate o immediatamente vicine ad altrettante adeguate aree destinate a parcheggio “senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta”;

rilevato che il numero di stalli previsti e dei luoghi indicati è “irrisorio” rispetto al numero di donne gravide e/o neomamme proporzionalmente alla popolazione margheritana pari a circa 11mila abitanti ed essendo notevole la difficoltà riscontrata nella città, da parte di questa categoria di donne, di reperire parcheggi dove lasciare l’automobile in sosta.

Ritenuto che tali limitazioni nelle zone della città finiscono per penalizzare i cittadini salinari che sono tenuti a pagare tariffe mensili, che sono intervenute modifiche orarie in cui vengono penalizzati cittadini, accompagnatori e persone con grave handicap comprovato.

Ritenuto che in molte città italiane sono stati istituiti i c.d. “Parcheggi Rosa” (ossia stalli gratuiti) per le donne in stato di gravidanza e per le neomamme, in prossimità di luoghi nevralgici della città (asili, scuole, farmecie, studi medici e pediatrici, ecc…). L’istituzione degli stalli gratuiti anche nella nostra città costituirebbe una misura di tutela delle donne in gravidanza e delle mamme con figli piccoli, quotidianamente alle prese con il traffico cittadino.

Si impegna il Sindaco, la Giunta ed il Consiglio Comunale a:

rivedere ed assicurare un equilibrio tra parcheggi gratuiti ed a pagamento “strisce blu”;

variazione oraria sosta tariffata a pagamento da intendersi negli orari che vanno dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 23;

produrre apposita delibera comunale che consente la sosta gratuita in zona tariffata per cittadini e turisti muniti di pass disabili;

istituire permessi orari di cortesia di 15 minuti per i residenti (utili al normale disbrigo di commissioni giornaliere). Per “permessi di cortesia” residenti, verificare d’ufficio la residenzialità a norma della l.445/2000 artt. 40 e 46;

verificare in base all’art. 36 del Codice della Strada, i flussi di traffico per una verifica oggettiva delle necessità connesse all’utilizzo di parcheggi a a pagamento in talune zone della città;

che nelle aree della città dove fosse necessario regolare il ricambio tra le auto in sosta si sostituisca il sistema delle strisce blu con quello del disco orario, garantendo così ai cittadini la possibilità di sosta senza aggravio per le proprie finanze;

ad integrare e/o potenziare i c.d. “Parcheggi Rosa” gratuiti per le donne in gravidanza e le neomamme, previsti in deliberazione di giunta comunale n. 32 del 19.02.2019, di solo n. 4 di stalli di sosta riservata a tale categorie di donne, in corrispondenza di ulteriori luoghi quali scuole, asili, ambulatori medici e pediatrici, nonché ogni altro punto reputato nevralgico, rilasciando alle richiedenti un pass/permesso da esporre sul cruscotto, valido per la durata della gravidanza e fino ad un anno di età del bambino.

CHIEDE discutere, valutare, votare e approvare in Consiglio comunale in sequenza le seguenti proposte.»

ELENA MUOIO e ROSA SCOGNAMIGLIO (Consigliere comunali del Gruppo Misto)