Strisce blu, sale la protesta dei cittadini. La “Minoranza attiva”: «Gravissima la mancata esenzione per le categorie protette. Mozione in Consiglio»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Si è detto tanto sulla questione delle “strisce blu” e crediamo siano anche state messe in evidenza questioni fondamentali quali:

1) la presenza di pochissime strisce bianche nel centro abitato;
2) lo spostamento dell’orario della sosta a pagamento;
3) la necessità di un potenziamento del personale per il disbrigo della pratica di Attivazione dell’abbonamento;
4) la presenza di pochissime strisce gialle per diversamente abili.

Come è ben noto, le aree di parcheggio a pagamento, delimitate dalle c.d. “strisce blu” devono essere alternate o immediatamente vicine ad altrettante adeguate aree destinate a parcheggio “senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta”. Lo dice la legge!

Inoltre, riteniamo gravissimo il fatto che non sia prevista l’esenzione al pagamento delle strisce blu da parte di chi avrebbe diritto a parcheggiare all’interno delle strisce destinate alle categorie protette, cosa prevista gratuitamente e per un tempo illimitato nelle vicine Barletta, Trani e Bisceglie.

Alla luce di quanto sopracitato e rilevando la necessità di una discussione istituzionale immediata sul tema produrremo una apposita mozione che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale.

Senza voler fare polemica, è il tempo delle risposte corrette e puntuali, utili a non penalizzare i cittadini e gli operatori salinari.»

ELENA MUOIO (Capogruppo “Gruppo Misto”), ROSA SCOGNAMIGLIO (Consigliere comunale “Puglia Popolare”), EMANUELE QUARTA (Segretario “Partito Democratico” Margherita di Savoia), ANGELA CAMPOREALE (Segretaria “Fratelli d’Italia”), MIMMO RONZINO (Associazione Politica “Margherita al Centro”)

box cuor mare