Differenziata, Aro BT3 e Museo del Sale. Marrano bacchetta Lodispoto: «Risultati raggiunti dalla mia amministrazione»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Sulla Gazzetta del Mezzogiorno di domenica 6 gennaio scorso è stato pubblicato l’articolo avente per oggetto: “La raccolta differenziata a quota 40%...”, in cui il Sindaco Lodispoto ha dichiarato tra l’altro: “questa amministrazione ha ereditato una percentuale bassissima di raccolta differenziata, inferiore al 30%, proprio perché chi ci ha preceduto non ha saputo gestire adeguatamente il rapporto con Sia e di conseguenza il servizio”.

È spiacevole dover registrare, ancora una volta, come il Sindaco Lodispoto non riesca a proporre una puntuale analisi tecnica e ben circostanziata riguardante la gestione dei rifiuti; i suoi commenti alquanto generici e non rispondenti alla realtà sono sicuramente sintomo di forte debolezza.

Ma veniamo al dunque; la raccolta differenziata a Margherita di Savoia non ha mai raggiunto una percentuale accettabile per i seguenti motivi:

1) scarsa convinzione ed applicazione da parte degli utenti Salinari;

2) incapacità di SIA di esecuzione di un servizio a regola d’arte per mancanza di mezzi, di risorse finanziarie, di iniziative tecniche necessarie per far decollare la differenziata nei termini progettati.

Come può Sindaco affermare che la mia Giunta non ha saputo gestire adeguatamente il rapporto con SIA quando SIA era già dichiaratamente in stato di prefallimento?

La mia azione è sempre stata improntata alla ricerca di una soluzione che consentisse da una parte l’esecuzione del servizio rifiuti a perfetta regola d’arte e dall’altra il raggiungimento di una percentuale di differenziata tale da ridurre i costi di gestione; prova ne è la massa di contestazioni formalizzate nei confronti di SIA medesima agli atti del Comune.

Auguro a Lei miglior fortuna, considerato l’arduo impegno assunto di portare la percentuale della differenziata al 65% e non al 40% come dichiarato, e la promessa fatta in campagna elettorale di ridurre in maniera consistente l’imposta per la gestione dei rifiuti (TARI).

Lei Sindaco, grazie alla mia Amministrazione, ha ereditato una situazione completamente diversa; non ascriva a suo merito la costituzione dell’Aro BT3 con i comuni di Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia perché di fatto l’unione era già avvenuta in ambito regionale molti mesi prima che Lei fosse eletto Sindaco. Come pure, passando ad altro argomento, non ascriva a Suo merito e della Galiotta il trasferimento del magazzino industriale Nervi dalla disponibilità del Demanio regionale a quella del Comune, per la realizzazione del “Museo del Sale”.

Ci sono voluti circa 3 anni per raggiungere questo bellissimo risultato che ha visto protagonisti assoluti il Comune di Margherita di Savoia (Servizio Patrimonio) e vari tecnici che hanno redatto il programma di valorizzazione, la Società ATISALE, l’Agenzia del Demanio regionale, la Sovraintendenza alle Belle Arti, la Regione Puglia. Lei ha solo firmato l’accordo con il Demanio regionale, ora dovrà preoccuparsi di reperire le risorse finanziare da destinare alla ristrutturazione dell’immobile.

Le auguro tanta fortuna. Cordiali saluti.»            

Generale PAOLO MARRANO