Piazzolla (L’Avvenire), candidato al Consiglio comunale: «Lavorerò affinché i giovani restino a Margherita»

MARGHERITA DI SAVOIA - Ultimi giorni di campagna elettorale, in vista delle elezioni amministrative del 10 giugno che decreteranno la scelta del nuovo sindaco di Margherita di Savoia e dei futuri consiglieri comunali. Tra i candidati alla massima assise cittadina incontriamo Alessandro Piazzolla: 29 anni, nato e cresciuto a Margherita di Savoia, laureato in Economia, lavora nell’azienda di famiglia, nel settore del sale. Alla sua prima esperienza politica, è candidato al Consiglio comunale nella lista “L’Avvenire” con Carlo Ronzino sindaco.

Cosa ti ha spinto a candidarti?

Mi ha spinto la necessità di cambiamento che si avverte nel paese, perché i problemi che affliggono Margherita di Savoia sono tanti. Questioni che vanno affrontate con uno spirito nuovo, per cui ho identificato in Carlo Ronzino e nei sostenitori del movimento che abbiamo creato insieme le persone adatte a portare beneficio al paese con i necessari cambiamenti. Il movimento che abbiamo creato si prefigge proprio questo obiettivo: migliorare la situazione del paese.

Se verrai eletto, quale contributo darai a Carlo Ronzino e al paese?

Dedicherò innanzitutto il mio tempo e il mio impegno, perché fare il politico richiede sforzi e capacità. Si tratta della mia prima esperienza politica, ma questo può essere anche il punto di forza del nostro movimento. In realtà, tanti dei nostri candidati provengono però da famiglie che hanno avuto esperienze politiche significative: mio nonno e mio zio, per esempio, sono stati sindaci. Quindi anche per questo vorrei onorare la mia famiglia impegnandomi in politica in maniera sana e pulita.

Sei uno dei candidati più giovani: quale messaggio mandi agli elettori tuoi coetanei, perché dovrebbero votarti?

La nostra età è un momento in cui si imposta la propria vita, si prendono decisioni importanti. Alla base di questi progetti deve esserci però il lavoro, per far restare i giovani qui, per esempio attraverso la valorizzazione dei punti di forza del nostro paese, come il turismo e il termalismo. Vorrei quindi dare spazio ai giovani che vogliono restare a Margherita, creando i presupposti socio-economici che lo permettano e che attualmente sono insufficienti. Oltre al lavoro, bisogna poi favorire le associazioni culturali e sportive, necessarie per gli svaghi nel tempo libero. Anche il commercio dovrebbe essere più orientato verso un pubblico giovane, per incentivare la spesa dei capitali a Margherita e non fuori città. Tutto ciò potrebbe aiutare i giovani a restare qui in paese, mentre adesso tanti non vedono un futuro per sé e i propri figli.

Un appello al voto per tutti i margheritani.

Mi auguro che la nostra lista raccolga le preferenze necessarie per approdare a Palazzo di Città. Con l’aiuto degli elettori avremo la possibilità di governare insieme a Carlo Ronzino sindaco. Bisogna credere in noi giovani che siamo il futuro per Margherita e tagliare i ponti con i vecchi tromboni della politica. È necessario creare una nuova classe dirigente, di persone giovani e competenti, che hanno voglia di crescere e far crescere il paese, dando benessere a tutte le categorie.

YLENIA NATALIA DALOISO