Saverio Russo presenta l’ottavo numero de “Il Vascello”. Numerose le proposte offerte a docenti e lettori

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Saverio Russo, docente di Storia moderna all’Università di Foggia, ha presentato con Ruggiero Isernia, Preside dell’Istituto “Dell’Aquila”, e Carmine Gissi, Preside del CPIA BAT, il nuovo numero de “Il Vascello”, rivista di cultura, scuola e società, pubblicata dell’Istituto scolastico superiore di San Ferdinando di Puglia e giunto ormai al quarto anno di vita. Numeroso ed attento il pubblico intervenuto, composto in prevalenza da docenti, ricercatori, lettori fedeli della rivista ed appassionati di storia e cultura locale.

Il nuovo numero si presenta ricco di proposte.

La Sezione Studi e Saggi si apre con un intervento di Michele Galante sul carteggio fra Michele Dell’Aquila e Pasquale Soccio, due tra i più illustri studiosi di Capitanata, il cui sodalizio era improntato ad una schietta stima umana e professionale. Segue il saggio di Maria Rosaria Acquafredda, docente del “Dell’Aquila” su un’opera poco conosciuta di Epitteto, filosofo greco antico seguace dello stoicismo, che compendia le lezione tenute ai suoi discepoli e le discussioni che ne seguivano; insomma il primo manuale scolastico. Di grande attualità si presenta l’intervento di Rosa Campese su Femminicidio e violenza di genere, il primo di uno studio approfondito che analizza una delle questioni più drammatiche dei nostri tempi, la violenza sulle donne frutto di un retaggio culturale fortemente radicato. Tina Ferreri Tiberio si sofferma sul rapporto fra poesie e filosofia attraverso la figura e l’opera di Paul Valéry, che ha attraversato in maniera stimolante tutto il decadentismo europeo. Si passa poi ad un intervento di Antonio Tresca, esperto di start up, su temi economici riguardanti l’analisi dei fattori di sviluppo di un territorio rivolto in particolare agli imprenditori locali. Intrigante si presenta il saggio di Francesco Fabio Achille e Marina Sarcina che analizza come l’involucro della merce non è solo un fattore di marketing ma un luogo di sintesi della identità del prodotto, di relazione fra merce e consumatore. La Sezione si chiude con l’intervento di Michele Distaso su I Quark e le nuove particelle scoperte nel 2017.

La novità di questo numero de “Il Vascello” è rappresentata dalla nuova Sezione denominata Didattica: temi e problemi che vuole dare spazio alle buone pratiche di insegnamento che si realizzano nelle Scuole. Introduce la nuova Sezione un ricco saggio di Francesca Bellafronte, che racconta in maniera coinvolgente l’esperienza di un percorso di ortoterapia destinato a bambini speciali. Segue il resoconto di Francesco Dimiccoli e Pietro Samarelli sulle attività di alternanza scuola-lavoro svolte con ottimi risultati nel decorso anno scolastico 2016/17 presso l’Istituto “Dell’Aquila”. Completa la nuova Sezione la testimonianza di Angela Camporeale, docente dell’Istituto comprensivo “Giovanni XXIII” di San Ferdinando di Puglia, sulla sperimentazione di un nuovo metodo di apprendimento basato sul pensiero computazionale che vuole ridurre la distanza di due generazioni: quella dei docenti, nativi “gutenberghiani”, e quella degli studenti, nativi digitali.

Sempre ricca si presenta la Sezione Storia e Memoria che si apre su un tema che richiama un vivace dibattito sulla revisione della storiografia riguardante il Risorgimento, suscitato dalla decisione del Consiglio della Regione Puglia di istituire una giornata della memoria per i meridionali morti in occasione dell’unificazione d’Italia. Vengono presentati ai lettori un intervento di Michele Marzana che esamina il ruolo della cosiddetta “controstoria neoborbonica” nell’attuale dibattito pubblico e storiografico ed un articolo di Saverio Russo sul rapporto fra sapere accademico ed uso della Storia nel dibattito pubblico. Segue un saggio, documentato e ricco di immagini, di Gianfranco Piemontese sull’opera dello scultore Domenico Jollo, autore del Monumento ai Caduti di San Ferdinando di Puglia e di altre opere artistiche diffuse in Capitanata. Non mancano le ricerche di Nunzio Todisco, che si inseriscono bene tra la recente pubblicistica fiorita attorno al 100^ anniversario della sconfitta di Caporetto: la ricostruzione della vicenda di Emmanuele Fanelli, caporale allievo ufficiale e prigioniero di guerra in Germania, nel campo di Cellelager a nord-est di Hannover, e gli avvenimenti che portarono anche a San Ferdinando di Puglia gli esuli di Caporetto e gli sfollati delle terre friulane e venete occupate dall’esercito tedesco.

Nella Sezione Asterichi Stefania Bafunno documenta i positivi riscontri registrarti dal cortometraggio su Emidio Mastrodomenico, realizzato dagli studenti della 1^ AFM dell’Istituto “Dell’Aquila” con la regia di Daniele Cascella, mentre lo Scaffale della Poesia, curato da Silvia Dipace ospita i versi del giovanissimo Nicola Lovecchio, toccato da fatti della Storia che lasciano segni nel presente.

Infine le Recensioni che segnalano pubblicazioni ed autori, di diversa natura e circolazione, ma che si inseriscono bene fra le proposte da consegnare ai lettori: da Approdo a…Molfetta di Chiara Balducci, una guida sui colori e sapori della vicina città pugliese; alla bella sintesi di Raffaele Carbonara, La lunga ed affascinante storia dei numeri. La successione dei numeri primi, che ci rende familiare una materia pregiudizialmente ritenuta ostica; dal suggestivo studio delle piante, esseri intelligenti da scoprire, di Stefano Mancuso ed Alessandro Viola, Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale, alla biografia del barlettano Alfredo Reichlin. Il rigore della coerenza, scritta da un altro barlettano Renato Russo per chiudere con l’appello di Antonio Polito, noto giornalista della grande stampa nazionale, Riprendiamoci i nostri figli, sul rapporto fra genitori orfani del loro ruolo e figli alla ricerca di solidi punti di riferimento valoriali.

YLENIA NATALIA DALOISO

box giardino mago