Da Trinitapoli alla Turchia, passando per la Polonia: progetti scolastici in grado di “avvicinare” popoli e tradizioni

TRINITAPOLI - Due testimonianze di eccellenza scolastica a Trinitapoli, presso l’Istituto Comprensivo “Garibaldi-Leone” a conferma del fatto che sia ancora possibile parlare di scuola in termini di positività, laddove le sconcertanti notizie che da più parti ci raggiungono, offrono uno scenario scarsamente edificante per il comparto scolastico.

Esistono, di contro, delle realtà positive e propositive, composte da dirigenti impegnati, da insegnanti motivati e da alunni in grado di cogliere l’importanza dei messaggi educativi e formativi che la scuola propone loro.

È il caso di due classi della scuola primaria, la III F e la II B, che hanno ottenuto un importante riconoscimento internazionale, all’interno di un progetto eTwinning, la piattaforma europea che, creando un ponte comunicazionale fra le scuole dei diversi Paesi Europei, offre la possibilità di perseguire e sviluppare le competenze nazionali ed europee nelle diverse discipline, come inglese, scienze, tecnologia, in modo trasversale come nel caso dell’educazione alla cittadinanza.

Le due classi sono state insignite del “Certificato nazionale di qualità” per aver lavorato a progetti in gemellaggio con classi di diversi istituti europei.

La classe III F, con la guida dell’insegnante Stefania Mastrapasqua, è stata coinvolta dal progetto “The future of nature”, in gemellaggio con una classe polacca dello stesso grado e una classe della Scuola dell’Infanzia della Turchia. Il coinvolgimento in prima persona nel gemellaggio ha permesso agli alunni di sviluppare un’esperienza volta al miglioramento della propria preparazione atteso l’uso necessario delle TIC e della lingua inglese per tutto il progetto. Grazie ad un blend di metodologie didattiche come il CLIL, didattica in situazione, cooperative learning, brainstorming, peer tutoring e didattica classica come lezioni frontali, gli studenti sono riusciti a raggiungere un’ottima competenza nell’uso della lingua straniera e digitale tanto da creare un testo con la classe gemella in modo cooperativo.

La classe II B, seguita dall’insegnante Luciana Strazio, ha collaborato con partner greci e polacchi per la realizzazione del progetto “All in one…click”, il quale si proponeva di motivare gli alunni alla "scoperta / ri-scoperta" dei simboli, delle tradizioni, delle manifestazioni e dei prodotti locali tipici del Natale e del Capodanno appartenenti al proprio Paese attraverso l'allestimento di un book-fotografico, video di presentazione, declamazioni di proverbi e modi di dire, descrizioni e verbalizzazioni delle foto effettuate dagli alunni con la partecipazione attiva dei genitori.

Queste attività progettuali innovative hanno permesso all’Istituto di aprire una finestra sull’Unione Europea mediante la cooperazione transnazionale di docenti e studenti e ad allinearsi oltre che con il PNSD e Decreto L. 107/15 Buona Scuola anche con gli standard educativi europei (Strategia Europa 2020).

La scuola, in continua evoluzione, è chiamata a rispondere a nuove sfide e a nuovi scenari attraverso interventi didattici e formativi attenti ai bisogni degli alunni e rispondenti alle esigenze del contesto sociale in cui l’attività didattica stessa si esplica.

Il ricorso alle nuove tecnologie, come strumento di crescita culturale, di incontro con culture diverse, di scambio proficuo e reciproco di esperienze e modi di “essere” e di “fare”, è una strategia che la scuola utilizza per valorizzare al meglio le potenzialità insite in ogni alunno.

Attraverso la piattaforma ETwinning, gli alunni della scuola “Garibaldi-Leone” di Trinitapoli hanno vissuto un’esperienza unica e arricchente, grazie alla possibilità offerta da internet, di “avvicinare” popoli e usi distanti e diversi, in un’ottica tesa a creare le condizioni per sviluppare un approccio positivo verso l’altro, condizione basilare per la promozione della “convivenza civile”.

Molto soddisfatta la Dirigente, Dott.ssa Roberta Lionetti che, condividendo e sostenendo il proficuo lavoro di gruppo di tutte le insegnanti della scuola primaria dell’istituto comprensivo “Garibaldi-Leone”, auspica che tali iniziative innovative possano divenire terreno fertile, sul quale innescare quel processo di “Buone pratiche” finalizzato al successo formativo di tutti gli alunni.

LUCIA ANGIULLI

box tribigas