Nell’Ambito scolastico del Tavoliere meridionale 5 istituti su 9 avranno un dirigente scolastico reggente

TRINITAPOLI - L’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Scipione Staffa” di Trinitapoli rimarrà il prossimo anno scolastico (2017/18) senza Dirigente titolare, perché sottodimensionato. Così come succede ormai da tre anni all’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Aldo Moro” di Margherita di Savoia. Così come succederà, ma per altre ragioni, all’Istituto Comprensivo di Margherita di Savoia, all’Istituto Comprensivo “Edmondo De Amicis” di San Ferdinando di Puglia e alla Direzione Didattica “Don Milani” di Trinitapoli, i cui Dirigenti scolastici sono stati trasferiti in altre scuola per la scadenza del periodo di nomina.

In sostanza, nell’Ambito scolastico n.10, comprendente i Comuni di San Ferdinando di Puglia, Trinitapoli e Margherita di Savoia, su 9 Istituti scolastici ben 5 (più della metà) dovranno avere un Dirigente scolastico reggente, cioè un Preside (secondo la vecchia denominazione) che ha già una sua scuola di titolarità. È facile immaginare come tale situazione inciderà negativamente sul servizio scolastico, dal momento che se è già gravoso sostenere le numerose incombenze organizzative e didattiche derivanti da recenti disposizioni normative per un solo Istituto scolastico, figurarsi per due! C’è solo da sperare che il nuovo assetto dirigenziale non danneggi oltre misura gli studenti e le loro famiglie.

Le cause che hanno condotto ad una vera e propria emergenza nella direzione delle scuole del Tavoliere meridionale, in particolare, sono sostanzialmente due: 1) l’esaurirsi della graduatoria degli idonei all’ultimo concorso per Dirigenti scolastici ed il conseguente ritardo della pubblicazione del bando per il nuovo concorso, annunciato ormai da due anni e non ancora pubblicato; 2) i ritardi e l’incapacità degli Enti locali (Comuni, Provincia e Regione) a mettere mano ad una seria programmazione delle scuole nel territorio, in presenza di incisivi fenomeni di decremento della popolazione scolastica.

Come i nostri lettori ricorderanno, da diversi anni è stato denunciato e previsto quello che oggi è divenuta realtà, soprattutto per le Scuole Superiori: si sapeva già ed è stato negli anni abbondantemente documentato che nel territorio di San Ferdinando, Trinitapoli e Margherita di Savoia 4 Istituti Superiori erano troppi per la popolazione scolastica in diminuzione. Nessuno ha voluto ascoltare e prender decisioni. Per diversi motivi: incapacità di previsione, scarsa conoscenza del problema, miopia amministrativa, interessi municipalistici e corporativi. Ora che due Istituti scolastici su quattro sono sottodimensionati ed un terzo rischia di avviarsi verso lo stesso destino, speriamo che qualcosa si muova.

Tutto ciò naturalmente avviene nell’assordante silenzio delle Amministrazioni locali, dei partiti politici, dei sindacati, delle associazioni di categoria, della opinione pubblica. Come se quello scolastico non fosse uno dei fattori, e non certo secondario, dello sviluppo di un territorio.

GAETANO DALOISO

box cuor mare