Mercoledì 7 giugno, presentazione del settimo numero de “Il Vascello”, rivista dell’Istituto “Dell’Aquila”

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Sarà presentato mercoledì 7 giugno, alle ore 18,30 presso la palestra all’aperto dell’Istituto comprensivo “E. De Amicis”, il n.7 de Il Vascello, la rivista semestrale dell’Istituto di Istruzione secondaria superiore “Michele Dell’Aquila” di San Ferdinando di Puglia, che vede come direttore editoriale Carmine Gissi e direttore responsabile Nunzio Todisco. La rivista, giunta al suo quarto anno di vita, si segnala per la sua ricchezza di interventi e la sua diffusione sull’intero territorio regionale.

Il fascicolo si apre con un Omaggio, curato da Silvia Dipace, a Tonino Abbattista, scomparso di recente, figura emblematica della comunità sanferdinandese, per generosità, umanità e profonda dedizione al suo lavoro di insegnante. Di lui hanno scritto (in rigoroso ordine alfabetico): Ermanno Acquaviva, Apollonio Corianò, Raffaele Desanio, Antonio Di Domenico, Antonietta Lembo, Marcella Marinelli, don Mimmo Marrone, Salvatore Memeo, Yvonne Menchinelli, Gianni Sardaro, delineando non una icona da consegnare alla memoria dei posteri, ma una persona che ha vissuto pienamente la vita affettiva, culturale, sociale della sua comunità.

Densa e variegata si presenta la sezione Studi e Saggi che riporta una ricerca di Rosa Campese sull’uso dei social media fra gli adolescenti e sulle implicazioni psicologiche di questa ormai pervasiva forma di comunicazione che sta trasformando le relazioni fra le giovani generazioni. Segue una inedita intervista al filosofo contemporaneo Gianni Vattimo, curata da Tina Ferreri Tiberio con i suoi studenti della classe V B del Liceo Scientifico “Aldo Moro” di Margherita di Savoia dell’anno scolastico 2000/01, sul postmoderno e pensiero debole. Da segnalare l’intervento di Romano Dell’Aquila, per anni dirigente Inps in Val d’Aosta, su un tema oggi di grande attualità, la nascita e lo sviluppo dello stato sociale nel ventesimo secolo, dal momento che non si delinea ancora una riforma del welfare state. Sui temi economici, ed in particolare della crisi europea, Severino Zeoli, docente di discipline giuridiche ed economiche presso l’Alberghiero di Margherita di Savoia, sviluppa interessanti proposte di un suo superamento, da considerare con molta attenzione, mentre Francesco Procida dà conto nel suo saggio di una sperimentazione in ambienti immersivi 3D, condotta presso l’Istituto “Dell’Aquila”. Chiude la sezione l’immancabile intervento di Michele Distaso su le onde gravitazionali, esemplare sintesi divulgativa di un argomento non sempre trattato con chiarezza nei manuali scolastici.

La sezione Storia e Memoria si apre con un lungo saggio di Gianni Sardaro, frutto di una ricerca tuttora in corso e che si annuncia come il nucleo di una più ampia pubblicazione, sulle trasformazioni economiche e sociali a San Ferdinando di Puglia, da metà Ottocento, periodo di fondazione della colonia borbonica, agli anni ottanta del Novecento. Segue il contributo di Ezio Marchisio, già docente e giornalista a Piossasco (To), parte di una più ampia ricerca sul dopoguerra della sua città, nella seconda cintura torinese, in cui si segnala la morte di tale Angelo Donatone, originario di Gioia del Colle (Bari). Ma dalla cittadina pugliese non si è riusciti, finora, a ricavare alcuna notizia o indizio sulla vittima di una morte avvolta nel mistero. Nunzio Todisco, prolifico redattore di questa rivista, si cimenta stavolta sulla vicenda di Ignazio Torraca, il “monco” di San Ferdinando di Puglia, che nel 1926 fu innalzato agli onori delle cronache internazionali per la sua capacità di “dare i numeri”. I nuovi documenti pubblicati da Todisco integrano sulla vicenda di Torraca, i testi già noti di Antonio Baldini, riportati in un libricino del 1997, pubblicato in occasione del 150^ anniversario della fondazione della città. Emerge come la stampa nazionale ed internazionale si impadronì della storia del “monco” per interpretazioni che travalicarono lo stesso svolgimento dei fatti. Viene infine fatta conoscere ai lettori de Il Vascello un pregevole scritto di Giosuè Musca, indimenticabile docente di Storia medievale all’Università di Bari, su Giovanna d’Angiò, regina di Napoli e i suoi quattro mariti. La ricostruzione storica della politica dinastica degli Angioini in Italia meridionale, si segnale per la ricchezza delle informazioni e l’analisi acuta e disincantata.

Ritroviamo in questo numero della rivista la sezione Asterischi, con tre suggestivi contributi. Una ricerca sul popolare gioco dell’oca, curata da Stefania Bafunno, offerto come allegato ai lettori de Il Vascello in una versione tutta “giocata”, è il caso di dire, sulla storia di San Ferdinando di Puglia, che quest’anno celebra il 170^ anniversario di fondazione. Il secondo contributo riguarda i risultati del Progetto e-Twinning “Una proposta per San Valentino 2018”, realizzato fra gli altri da Rita Azzollini e Patrizia Rita Palma e sviluppato presso l’Hotel Corte Altavilla e la Pinacoteca di Conversano e presso la Tenuta Terre di San Vito a Polignano a Mare, corredata da splendide fotografie. L’ultimo intervento della sezione è il resoconto di Filomena Dalò sull’incontro fra gli studenti del “Dell’Aquila” e Giacomo Mazzariol, giovane autore del romanzo di successo Mio fratello rincorre i dinosauri, che ha suscitato grande emozione ed interesse per la lettura.

Lo Scaffale della poesia, curato da Silvia Dipace, è questa volta dedicato ai versi di Ruggiero Renna, docente del “Dell’Aquila”, deceduto lo scorso anno, e pubblicate in una raccolta postuma. Così come si segnalano le Recensioni di testi che meritano, per diverse motivazioni, attenzione da parte dei lettori: dalle poesie “dissacranti” di Fernando Di Leo, sconosciuto in questa veste, al Calendario civile, curato da Alessandro Portelli, al volume Etica. 9 dialoghi controcorrente, curato dal giornalista Rosario Tornesello e dalla dirigente scolastica Annarita Corrado, al romanzo di Teresa Antonacci, Enrico fatto di vento, che tratta i temi dell’autismo e delle diverse abilità.

Insomma il carico de Il Vascello si fa sempre più ricco, man mano che la rivista dell’Istituto scolastico sanferdinandese esplora nuove terre e solca nuovi mari dell’editoria culturale pugliese.

GAETANO DALOISO

box zingrillo