Festa di primavera: a lezione nell’orto botanico dell’Istituto “Michele Dell’Aquila”

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Festa di primavera all’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Michele Dell’Aquila” di San Ferdinando di Puglia. Con una semplice ma significativa cerimonia è stato piantato un albero di mandorlo nell’Orto botanico della Scuola, alla presenza di classi dell’IC “Giovanni Pascoli” di Margherita di Savoia e dell’IC “Edmondo De Amicis” di San Ferdinando di Puglia, accompagnati dai rispettivi Dirigenti scolastici, Prof.ssa Maria Rosaria Albanese e Prof. Ruggiero Isernia.

Ricordiamo che l’Orto botanico del “Dell’Aquila” è stato realizzato lo scorso anno con la piantumazione di 22 alberi da frutto anche per custodire la memoria di antiche cultivar ormai scomparse o rare nelle nostre campagne. L’esecuzione di tale progetto è stata opera del Prof. Nicola Digennaro coadiuvato da due esperti agricoltori, Michele Abbattista e Giuseppe Scaringella, che hanno messo a disposizione degli studenti la loro lunga esperienza di contadini e la loro sapienza in agricoltura.

L’arricchimento del patrimonio arboreo dell’Orto botanico si inserisce in un più ampio progetto denominato “Uomo: piantiamo un albero” volto a legare le conoscenze teoriche nelle Scienze integrate con l’osservazione diretta della natura, per dare concretezza all’obiettivo di arricchire le competenze dei giovani in un settore che caratterizza il tessuto economico-sociale del nostro Territorio.

I ragazzi della Scuola primaria e della Scuola secondaria di 1° e 2° grado, senza distinzione di ordini scolastici, hanno seguito con molta attenzione le spiegazioni che il Prof. Digennaro ha fornito, illustrando le caratteristiche delle varie piante arborre da frutto: dal gelso bianco, al melo, al fico, al melograno, al ciliegio fino al carrubo, al giuggiolo, all’azzeruolo ormai sconosciuti ai più giovani.

“Ho ringraziato le Scuole intervenute - ha detto il Preside Carmine Gissi - perché la loro presenza testimonia la volontà delle Istituzioni scolastiche del Tavoliere meridionale di dare vita a progetti condivisi che innovano ed ampliano l’offerta formativa per i nostri ragazzi. Quello di realizzare un orto in ogni scuola, con la collaborazione degli Enti locali, può essere una interessante idea, è il caso di dire, da coltivare”.

GAETANO DALOISO

box terme