Lotta al disagio giovanile: firmata convenzione fra Istituto “Dell’Aquila” e Cecilia Onlus

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - È stata firmata fra l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Michele Dell’Aquila” di San Ferdinando di Puglia, rappresentato dal Dirigente scolastico Carmine Gissi, e l’Associazione “Cecilia Onlus” di Margherita di Savoia, rappresentata dal Presidente Gaetano Daloiso, una convenzione per l’istituzione di uno sportello di ascolto per gli studenti e le loro famiglie, che prevede, presso la scuola, la presenza di una psicologa, tutti i sabato dalle ore 10,30 alle ore 12,30.

L’iniziativa della istituzione di uno Sportello di ascolto si inserisce in un progetto più ampio teso a valorizzare la persona nella sua interezza ed accompagnare la sua crescita sia cognitiva che emozionale. La scuola rappresenta sicuramente il luogo privilegiato di un intervento pedagogico volto ad affrontare tutte le problematiche adolescenziali, ad accompagnare tutte le fasi della crescita individuale, a prevenire il disagio giovanile. Tra le finalità non certo secondarie c’è il contrasto all’insuccesso ed alla dispersione scolastica ed a fenomeni di devianza come il bullismo, il consumo di droghe e il dilagare della violenza e della sopraffazione fra gruppi di pari.

È, insomma, uno spazio di supporto ai docenti che sono messi sempre più alla prova, negli ultimi anni, nella gestione del rapporto con studenti e genitori. Il colloquio che si svolge in uno Sportello di ascolto non ha pertanto fini terapeutici ma di counselling, per aiutare il ragazzo e la famiglia a individuare i problemi e le possibili soluzioni, collaborando con gli insegnanti in un’area psicopedagogica di intervento integrato.

«Nella scuola - ci ha detto il Preside, Carmine Gissi - mancano e sono sempre più necessarie figure di sistema ed esperti che si occupino delle relazioni fra studenti, genitori ed insegnanti in quell’area strategica di motivazione all’apprendimento che è fondamentale in ogni sistema educativo. Se ne parla da tanto tempo, ma finora concretamente non s’è fatto nulla, se escludiamo la presenza temporanea di psicologi e mediatori culturali previsti dal Progetto “Diritti a Scuola”. Ma i fenomeni di devianza giovanile, di violenza e bullismo, di difficoltà nelle relazioni genitori-figli non si contrastano con i convegni e le iniziative propagandistiche di facciata, si correggono con la creazione di servizi che aiutano in maniera fattiva ad affrontare i disagi personali e sociali. Stare bene a scuola, in famiglia, nei luoghi di socializzazione è un obiettivo fondamentale nella promozione alla salute delle persone nel senso più ampio del temine, che riguarda il benessere fisico, psichico, socio-relazionale. Ed è questo l’obiettivo che l’Istituto “Dell’Aquila” si sforza di raggiungere con il prezioso contributo dell’Associazione “Cecilia Onlus”».

RUGGERO RONZULLI

box sos autospurgo