“I locali della succursale IPSAR necessitano di ripristino”: Muoio e Scognamiglio scrivono al presidente-sindaco Lodispoto

MARGHERITA DI SAVOIA - «Cari concittadini, noi sottoscritte Avv. Elena Muoio e Dott.ssa Rosa Scognamiglio, in qualità di consigliere comunali, in data 28 settembre 2020, a mezzo Pec, abbiamo chiesto all’avv. Bernardo Lodispoto in qualità di Presidente della Provincia BAT e di Sindaco del comune di Margherita di Savoia - quindi legale rappresentante dell’Ente comune, proprietario dell’immobile adibito a succursale dell’Istituto Alberghiero IPSAR “Aldo Moro” ex comune sito in Margherita di Savoia - chiarimenti circa lo stato dei luoghi del suddetto immobile, in quanto, a seguito di segnalazioni pervenute sia privatamente che a mezzo social da genitori e studenti che frequentano l’Istituto, abbiamo appreso che i luoghi che accolgono gli studenti, il corpo docente ed il personale, versano in uno stato tale che necessitano un “ripristino”, come si evince dalle foto che si allegano. Abbiamo invitato lo stesso a notiziarci in merito, chiedendo, altresì, di attivare ogni azione e/o provvedimento necessario per ripristinare i luoghi in modo adeguato affinché gli studenti e tutto il personale presente, compreso il corpo docente, possano essere accolti e possano lavorare nelle migliori condizioni.

Questa è solo una delle tante azioni e segnalazioni poste in essere da noi consigliere comunali, che dimostrano la nostra piena disponibilità ed apertura all’ascolto di ogni singolo cittadino, perché solo uniti possiamo lavorare per il bene del nostro Paese e per la tutela di tutta la cittadinanza!

Vogliamo precisare che noi ci siamo sempre state per tutti voi ed abbiamo lavorato e svolto il nostro ruolo di opposizione attivamente, in modo responsabile, sano e costruttivo! Dal primo giorno del nostro mandato abbiamo posto in essere azioni e fatti volti a tutela del nostro amato Paese, votando e contestando contro ciò che abbiamo ritenuto non a favore del bene comune ed abbiamo votato tutto ciò che poteva agevolare la crescita del Paese. È importante che sappiate che non ci siamo mai fermate, nemmeno durante l’emergenza Covid-19, nel corso della quale abbiamo scelto il silenzio stampa per rispetto alla cittadinanza, continuando imperterrite a lavorare nel nostro ruolo di opposizione! Pertanto, invitiamo tutti coloro che tendono a sminuire e/o a mettere in discussione il nostro operato, per il semplice gusto di dar voce alla loro cattiveria diffamatoria, di tacere perché i fatti, di cui abbiamo prove certe ed inconfutabili, parlano da soli, a differenza del veleno che esce da “bocche vuote ed acide” che aprono solo per darle fiato, perché questo tipo di persone “inutili” hanno bisogno di sminuire gli altri per sentirsi migliori! Purtroppo, esistono le malelingue che accusano, gli idioti che ci credono e poi, per fortuna, c’è gente intelligente che osserva e valuta.

Niente di tutto ciò ci fermerà! Al contrario, ci dà la carica per continuare a svolgere il nostro ruolo di opposizione responsabile, in quanto, se suscita tanto livore ed invidia astiosa e maligna, vuol dire che stiamo lavorando nella giusta direzione e nel migliore dei modi.

Pertanto, vi invitiamo a continuare a contattarci, come già molti di voi fanno, a mezzo Messenger o, semplicemente, fermandoci per strada, in quanto noi siamo al vostro servizio e possiamo provvedere in qualità di istituzioni a vigilare e controllare anche quanto da voi indicato.

Grazie a tutti per la collaborazione!»

Avv. ELENA MUOIO (Fratelli d’Italia) e Dott.ssa ROSA SCOGNAMIGLIO (Consigliere comunali del Gruppo Misto)

box dimolfetta trasporti