Area mercatale, tanti disagi per ambulanti e cittadini. Cusmai: «Opera costata circa 100mila euro»

MARGHERITA DI SAVOIA - A distanza di un anno dal cambio di localizzazione del mercato settimanale, avvenuto il 24 novembre 2016, nulla è cambiato. Anzi…

Abbiamo già detto (era lo scorso mese di maggio) che si è trattato solo di un cambio di area, non certo della realizzazione di un’opera pubblica, né vedremo inaugurazioni di opere pubbliche a firma dell’amministrazione Marrano.  

Operazione incompleta, poiché sprovvista di servizi igienici (ci sono i bagni chimici), priva di attacchi dell’acqua, senza scarichi, senza canali di scolo, una cosa soltanto avrebbero dovuto realizzare: l’asfalto!

In realtà l’asfalto è stato realizzato e per ben due volte.

Realizzato la prima volta e poi sprofondato, dopo mesi (magicamente era maggio) l’asfalto è stato ripristinato, anzi, si è avuta “la messa in sicurezza dell’area mercatale” (det.46 del 17 maggio 2017) con una spesa di 39.924,06 euro, cioè di appena 76 euro sotto la soglia dei 40.000 euro che obbligherebbe l’ente alla procedura negoziata, anziché all’affidamento diretto.

Eppure, nonostante il secondo intervento, ambulanti e cittadini continuano a doversi destreggiare tra pietre ed asfalto sollevato; e con la pioggia, l’area mercatale continua a trasformarsi in crateri colmi d’acqua.

Nonostante l’effettiva inutilità dell’opera e della relativa spesa, la liquidazione dei lavori è stata effettuata tempestivamente, appena un mese dopo la determina di affidamento.

Complessivamente, quell’area è costata ai margheritani circa 100.000 euro, con l’aggravante che si è sempre al punto di partenza.

Ulteriore beffa è la gestione dei rifiuti mercatali.

Infatti, mentre i commercianti lasciano ordinatamente i propri rifiuti in sacchi all’esterno delle proprie attività, gli ambulanti possono lasciare tutto sparso e mischiato, aggravando il lavoro degli operatori ecologici che anziché limitarsi a ritirare i sacchi sono costretti a raccogliere e spazzare un’area così vasta.

Perché gli ambulanti non sono ancora stati dotati almeno di buste per effettuare essi stessi la raccolta e differenziarla? Quanto ancora spenderemo?

ANTONELLA CUSMAI (Consigliere comunale)

box bitrigas