Vicenda ex Palazzo di Città, il senatore Ruotolo presenta un’interrogazione ai ministri dell’Interno, della cultura e dell’economia

MARGHERITA DI SAVOIA - Lo scorso 20 ottobre, nel corso della seduta n. 369 del Senato della Repubblica, il sen. Sandro Ruotolo ha presentato un’interrogazione ai ministri dell’Interno (Luciana Lamorgese), della cultura (Dario Franceschini) e dell’economia e delle finanze (Daniele Franco) in merito alla vicenda riguardante il trasferimento della tenenza della Guardia di Finanza presso l’ex Palazzo di Città.

Ne dà notizia il prof. Giuseppe Castiglione, che aggiunge: «Siamo convinti che la sensibilità democratica e istituzionale della Guardia di Finanza, in collaborazione con i ministeri interpellati, consentirà di trovare una soluzione che non penalizzi i cittadini margheritani e l’intero paese privandolo di un edificio di grande valore storico e architettonico, simbolo della storia e della emancipazione del popolo salinaro, che finalmente potrà essere destinato ad usi sociali».

Questo il testo integrale dell’interrogazione.


SENATO DELLA REPUBBLICA
Legislatura 18 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-06141
Attiva riferimenti normativi
Atto n. 4-06141
Pubblicato il 20 ottobre 2021, nella seduta n. 369

- Ai Ministri dell’interno, della cultura e dell’economia e delle finanze. -
Premesso che:
per quanto risulta all’interrogante, la notizia del possibile trasferimento della tenenza della Guardia di finanza nei locali dell’ex municipio del Comune di Margherita di Savoia ha fatto nascere negli ultimi mesi una mobilitazione locale di cittadini attenti alla salvaguardia del patrimonio storico e culturale territoriale;
la contrarietà, manifestata anche con una petizione, all’ipotizzata nuova sede della Guardia di finanza nel vecchio palazzo di città, uno dei pochi immobili di grande valore storico e architettonico sotto la tutela della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Barletta-Andria-Trani e Foggia, nasce dalla preoccupazione che si possa privare la città di un simbolo dal quale far partire la rinascita culturale e sociale del territorio, già sede di una importante salina. Tra le posizioni espresse da attivisti e dal comitato cittadino a tutela dell’ex municipio, si segnala altresì la necessità che la sede della tenenza resti a Margherita di Savoia come presidio di legalità per il territorio stesso. Inoltre, anche sulla base di osservazioni di cittadini e studiosi trasmesse al sindaco Lodispoto, in alternativa all’ex municipio potrebbero essere individuati diversi siti di proprietà pubblica da concedere alla tenenza,
si chiede di sapere:
se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza di quanto descritto e se, in rispetto delle competenze anche degli enti territoriali, non intendano verificare da quali esigenze e con quali atti formali nasca il percorso per una nuova caserma per la Guardia di finanza locale, e riconsiderare altresì l’ipotetico trasferimento della stessa nei locali dell’ex municipio, oltre a chiarire se vi sia effettivamente il rischio che il comune di Margherita di Savoia possa perdere il presidio locale della tenenza in assenza di valide soluzioni alternative;
se non intendano altresì adoperarsi per le rispettive competenze per evitare una mancata valorizzazione di una struttura di alto valore storico e architettonico come l’ex municipio.
Firmato: sen. Sandro Ruotolo


Redazione CorriereOfanto.it