La Corte dei conti certifica i risultati dell’Amministrazione Lodispoto ed approva la rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario

MARGHERITA DI SAVOIA - Con deliberazione n. 157/PRSP/2021 del 21 ottobre scorso, la Corte dei conti (Sezione regionale di controllo per la Puglia) ha approvato la rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale deliberato il 15 luglio 2021 dal Consiglio comunale del Comune di Margherita di Savoia (all’unanimità dei presenti, leggi) fissando la nuova scadenza del piano al 31 dicembre prossimo. Gli importanti risultati conseguiti in ordine al risanamento finanziario del Comune, certificati dal parere positivo dell’organo di revisione economico-finanziaria, hanno consentito all’Amministrazione comunale salinara di proporre una chiusura della procedura entro l’anno corrente.

IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI INTERMEDI - In sede di esame della prima relazione, la Corte dei conti ha preso atto del raggiungimento degli obiettivi intermedi fissati nel piano di riequilibrio pluriennale evidenziando “una sensibile riduzione dell’esposizione debitoria”. Il Collegio ha accertato il “miglioramento della situazione relativa alla cassa e della riscossione da parte dell’ente di una parte di crediti vantati nei confronti del contribuente Atisale S.p.A. (nel secondo semestre del 2020 incassati € 1.337.072.54, ossia il 25% del credito complessivo)”. Inoltre, la Corte ha evidenziato che il Comune di Margherita di Savoia “ha proceduto alla stipula di contratto di compravendita con riferimento ad uno degli immobili inseriti nel programma di alienazione oggetto di esame da parte della Sezione”.

IL PRIMO SEMESTRE 2021 - Nel primo semestre 2021 (oggetto del monitoraggio della Corte dei conti), il Comune di Margherita di Savoia ha continuato la riduzione dell’esposizione debitoria facendo segnare un calo del 6,14% rispetto al dato del 31.12.2020. Infatti, l’ammontare dei debiti certi è passato da € 2.253.117,40 del 31.12.2020 a € 2.114.651,25 del 30.06.2021. Inoltre, nel corso del primo monitoraggio si era evidenziato che i tempi del pagamento fossero passati da 135 giorni nel 2019 ai 30 giorni nel 2020.

Altresì, l’obiettivo relativo alla riduzione del disavanzo di amministrazione è stato pienamente realizzato, in quanto il disavanzo da rendiconto 2020 risulta pari a -€ 4.848.560,00, inferiore rispetto all’obiettivo previsto nel piano di riequilibrio finanziario pluriennale pari a -€ 5.607.201,98.

Nel semestre in esame sono stati regolarmente incassati € 600.000 da Atisale S.p.A., in riferimento all’atto di definizione consensuale dei contenziosi pendenti sui tributi ICI, IMU, TARSU dal 2008 al 2019. Il credito residuo ammonta ora a € 3.221.374,55.

I CONTENZIOSI CON ECOLOGICA PUGLIESE E SIA - Con riferimento alle fatture in contenzioso relative, in particolare, ai fornitori Ecologica Pugliese srl (€ 450.000,00) e SIA - Consorzio Bacino FG4 srl (€ 780.000,00), alla data del 30.06.2020 non si evincono variazioni rispetto ai precedenti semestri.

Con riferimento al Consorzio SIA, l’organo di revisione ribadisce “le ottime possibilità di addivenire ad una soluzione transattiva in modo da definire ed abbandonare ogni contenzioso e/o richiesta risarcitoria” e precisa che la proposta transattiva inviata ai curatori fallimentari consiste nell’offerta di circa € 450.000,00 che, in caso di accettazione, genererebbe un risparmio pari ad € 300.000,00.

Anche per Ecologia Pugliese l’ente comunica di aver inviato proposta di transazione alla curatela e ai legali della società che, in caso di accoglimento, genererebbe per il Comune di Margherita di Savoia un’economia di € 400.000,00 circa.

L’ESTINZIONE DEGLI SWAP - Con deliberazione di Consiglio comunale n.42 del 18.09.2021 (leggi) è stato approvato uno schema di accordo transattivo sottoposto all’istituto di credito Intesa Sanpaolo S.p.A. relativamente all’estinzione anticipata del contratto derivato di interessi rate swap, negoziato in data 01.06.2006, mediante il versamento da parte del Comune di Margherita dell’importo di € 150.000,00.

L’accordo transattivo è stato sottoscritto in data 22.09.2021 e l’estinzione del contratto derivato è stata comunicata alla Sezione regionale di controllo della Corte dei conti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro - Direzione II con nota del 14.10.2021, certificando che allo stato attuale non esistono ulteriori contratti di finanza derivata in capo al Comune di Margherita di Savoia.

ANTICIPAZIONI DI LIQUIDITÀ - L’ente ha provveduto al regolare pagamento delle rate relative alle anticipazioni concesse da Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., determinando una riduzione del debito residuo (al 30.06.2021 € 8.139.712,05).

I flussi di cassa al 30.06.2021 mostrano un netto miglioramento rispetto al precedente semestre; inoltre, l’organo di revisione ha comunicato che il Comune di Margherita di Savoia non ha fatto ricorso ad anticipazioni di tesoreria.

Per quanto riguarda la cassa vincolata l’incremento è dovuto ad “ulteriori trasferimenti principalmente legati alle opere connesse al dissesto idrogeologico. L’incremento registrato al netto dei pagamenti a vincolo registrati nel primo semestre 2021 è stato pari a circa € 2.109.000”.

Il totale cassa al 30.06.2021 è di € 12.198.408,69 (cassa libera: € 6.398.707,78; cassa vincolata: € 5.799.700,91).

IL PROGRAMMA DI ALIENAZIONE DEGLI IMMOBILI - Con riferimento agli immobili inseriti nel programma di alienazione oggetto di esame da parte della Sezione regionale della Corte dei conti, con determinazioni dirigenziali n. 29 del 21.01.2021 e n. 327 del 02.07.2021 sono stati aggiudicati rispettivamente gli immobili “Ex scuola elementare Distaso” del valore di € 818.000,00 ed “Ex asilo comunale” del valore di € 373.450,00.

Precedentemente, in data 22.05.2020, era stato stipulato l’atto di compravendita dell’immobile denominato “Ex mercato coperto”, con versamento a saldo di € 845.200,00.

La Corte dei conti invita l’ente a proseguire nel percorso intrapreso e a procedere alla dismissione degli immobili, in adempimento di quanto previsto dall’approvato piano di riequilibrio finanziario pluriennale.

REVISIONE DELLA SPESA - Il Comune di Margherita di Savoia ha comunicato alla Corte dei conti di non aver proceduto al rinnovo della convenzione con i comuni di San Ferdinando di Puglia e Trinitapoli per l’Ufficio del Giudice di pace, con sede a Trinitapoli, con un risparmio di € 50.000,00 annuo. Inoltre, il Comune non ha rinnovato la partecipazione nell’Agenzia Patto Nord Barese Ofantino, per la quale era prevista una spesa annua di € 33.000,00.

IL RECUPERO DELL’EVASIONE TRIBUTARIA - Risulta ancora scarso il recupero dell’evasione tributaria, sebbene in lieve miglioramento rispetto al precedente semestre (la percentuale passa infatti dal 14% al 29% in virtù dei 288.807,17 euro incassati).

Si ricorda che nel corso dell’anno 2020 le misure assunte con decreto-legge n.18/2020 in seguito alla diffusione della pandemia da Covid-19 avevano previsto anche la sospensione dell’invio di cartelle esattoriali sino al 31.12.2020, con conseguente sospensione di incassi ed accertamenti.

Nella relazione relativa al secondo monitoraggio (01.01.2021 - 30.06.2021) l’organo di revisione ha precisato che le percentuali indicate nel primo monitoraggio non tenevano conto degli avvisi di accertamento annullati e rettificati e degli importi ritenuti non recuperabili o oggetto di provvedimento di sgravio in sede di procedimento di riscossione coattiva.

Le riscossioni realizzate nel primo semestre 2021 sono così riepilogate: totale avvisi notificati € 12.897.064,56 (Tari 6.633.159,35; Imu 5.956.224,06; Tasi 307.681,15); avvisi pagati € 2.406.047,11; avvisi rateizzati (residuo da incassare) € 445.520,01; in riscossione coattiva € 1.348.867,69.

La Corte dei conti si riserva di valutare il dato aggiornato al 31.12.2021 e invita comunque l’ente a porre in essere ogni misura idonea ad incrementare la propria capacità di riscossione. Altresì, il Collegio invita l’organo di revisione ad effettuare un controllo capillare sull’attività di riscossione delle entrate, tributarie ed extratributarie, dando atto dell’esito di tale verifica in occasione del prossimo monitoraggio.

IL SOSTEGNO AGLI ENTI IN DEFICIT STRUTTURALE - Occorre osservare che alcuni obiettivi (miglioramento del disavanzo, incremento della cassa) sono stati raggiunti anche grazie alle risorse rinvenienti dal fondo di cui art. 53, comma 1 (“Sostegno agli enti in deficit strutturale”) del d.l. n. 104/2020 convertito, con modificazioni, nella legge n. 126/2020.

Con il decreto del Ministero dell’Interno del 16 aprile 2021 (ripartizione tra i comuni di dette risorse) sono stati assegnati al Comune di Margherita di Savoia € 2.877.772,68 nel 2021 ed € 1.438.886,34 nel 2022.

In virtù di dette entrate straordinarie il Consiglio comunale dell’ente ha quindi deliberato una rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale con chiusura anticipata dello stesso al 31.12.2021.

CRONOPROGRAMMA DI RIENTRO DAL DISAVANZO - L’ente prevede di recuperare al 31.12.2021 una quota di disavanzo pari ad € 2.877.773,00 (corrispondente al finanziamento ministeriale ottenuto nel corso dell’anno). Il restante disavanzo di amministrazione, riveniente dal riaccertamento straordinario dei residui, pari a -€ 2.000.000,00, sarà finanziato per € 1.438.886,00 nel 2022 (importo pari alla seconda tranche del finanziamento ministeriale) e, per la restante parte, nel triennio 2023-2025, in quote pari a € 210.546,00 per il 2023 e 2024 e pari a € 110.810,00 nel 2025.

LE VALUTAZIONI DELLA CORTE - Alla luce degli obiettivi raggiunti nel corso del primo semestre 2021, come illustrati nella relazione dell’organo di revisione sullo stato di attuazione del piano, si ritiene che l’ente possa conseguire anticipatamente gli obiettivi previsti nel piano di riequilibrio finanziario pluriennale.

Rimangono invariate le valutazioni in ordine all’effettivo raggiungimento dell’equilibrio finanziario dell’ente al termine del periodo di durata del piano così come rimodulato.

In particolare, ai fini delle predette valutazioni e, in generale, ai fini delle valutazioni che la Corte dei conti effettuerà in occasione degli ordinari controlli sui bilanci e sui rendiconti dell’ente, si richiama l’attenzione dell’Amministrazione di Margherita di Savoia su alcuni elementi di rilievo

1) in primo luogo, l’ente dovrà concludere le transazioni già avviate con riferimento alle fatture in contenzioso (pari a € 1.230.178,54);
2) l’ente dovrà procedere all’estinzione dei debiti certi, liquidi ed esigibili, considerata l’attuale disponibilità di cassa;
3) si dovranno puntualmente monitorare le passività potenziali, procedendo conseguentemente ad eventuali accantonamenti secondo un approccio prudenziale.

Al fine di garantire un risanamento strutturale dell’apparato economico-finanziario del Comune di Margherita di Savoia è necessario pure che l’ente prosegua ed implementi l’attività di contrasto all’evasione tributaria, migliorando altresì la riscossione delle entrate proprie, razionalizzando al contempo anche la spesa con interventi strutturali che ne consentano una significativa diminuzione.

L’ente dovrà anche assicurare la corretta determinazione degli accantonamenti e dei vincoli di cui si compone il risultato di amministrazione, al fine di rappresentare in maniera veritiera ed effettiva la parte disponibile del risultato di amministrazione.

LE DISPOSIZIONI FINALI - Congiuntamente all’approvazione della rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale, la Corte dei conti ha disposto che l’organo di revisione economico-finanziaria dell’ente trasmetta, entro il 31.01.2022, la relazione finale sulla completa attuazione del piano e sugli obiettivi di riequilibrio raggiunti, riservandosi di verificare l’effettivo raggiungimento del riequilibrio finanziario dell’ente alla luce dei dati di consuntivo 2021 (con particolare riferimento al recupero del disavanzo di amministrazione).

LA NOTA DEL SINDACO - A seguito del pronunciamento favorevole della Corte dei conti, il sindaco di Margherita di Savoia, avv. Bernardo Lodispoto, ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto finora: «Nonostante l’emergenza pandemica, in meno di tre anni di amministrazione siamo riusciti a mettere in sicurezza i conti del Comune. Entro la fine del 2021 provvederemo al riequilibrio finanziario dell’ente. Il grande impegno posto in essere dall’amministrazione comunale e la qualità del nostro lavoro sono stati certificati dalla Corte dei conti attraverso l’accoglimento della nostra domanda di rimodulazione. Il Comune di Margherita di Savoia tornerà ad avere una maggiore visione strategica ed una più ampia autonomia e capacità finanziaria. Intendo ringraziare quanti hanno sostenuto in consiglio comunale i provvedimenti voluti dalla nostra amministrazione in ordine al piano di risanamento. Ringrazio per l’impegno profuso l’assessore alle Finanze dott.ssa Francesca Santobuono, il responsabile dei servizi finanziari del Comune dott. Maurizio Lacalamita, la struttura economico-finanziaria, l’organo di revisione dell’ente e chi ha creduto in questa azione di risanamento. Proseguendo nell’ottica del risparmio e del contenimento delle spese, potremo migliorare il funzionamento della struttura comunale e creare nuove opportunità di lavoro e di crescita».

GIUSEPPE DALOISO