I pescatori scrivono alle autorità competenti: «Grandi difficoltà ad attraversare il canale. Chiediamo interventi urgenti»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Con la presente, siamo a segnalarvi la nostra preoccupazione per la drammatica condizione in cui siamo costretti a lavorare ogni giorno, causa “secche marine” presenti nella zona portuale di Margherita di Savoia. I pescherecci hanno grandi difficoltà ad attraversare il canale, sia in uscita che in entrata.

Nelle ultime settimane la situazione è peggiorata: a causa di fenomeni naturali, la sabbia è stata spinta dalle correnti nel porto, abbassando ulteriormente i livelli dei fondali e creando pericolose secche per le nostre imbarcazioni. In alcune zone la profondità del fondale rasenta anche i 50 cm.

Noi pescatori siamo costretti a manovre lunghe e complesse per uscire e rientrare al porto, rischiando danni ingenti alla struttura natante e alle eliche.

Vista la situazione straordinaria che siamo costretti ad affrontare quotidianamente, chiediamo un intervento puntuale e immediato, tale da consentirci la possibilità di utilizzare uno degli strumenti più importanti per la nostra attività quale il porto.

Chiediamo l’intervento del Presidente delle Regione Puglia, dei suoi consiglieri regionali attivi sul nostro territorio, affinché possano essere destinate risorse straordinarie per il dragaggio portuale.

Chiediamo la messa in sicurezza del canale portuale, in attesa della programmazione ordinaria amministrativa già prevista da vari annunci comunali.

Con la speranza che tale emergenza possa essere affrontata in maniera celere, consentendoci quanto prima il ripristino delle condizioni ideali di sicurezza per lo svolgimento del nostro lavoro.

Affidiamo a voi le nostre preoccupazioni e le nostre speranze.»

Cooperativa Pescatori San Michele, Cooperativa pescatori l’Aurora, Cooperativa pescatori San Giuseppe

box teknoservice