Sole & Natura

Deturpato murales antifascista, Cgil Bat: “Non riuscirete a cancellare la memoria”

BARLETTA - “Chiunque abbia tentato di cancellare il murales dedicato alla memoria dei fratelli Vitrani deve sapere che non riuscirà con questo gesto a cancellare la memoria collettiva della stragrande maggioranza dei cittadini di Barletta che invece, esattamente come hanno fatto Pietro e Ruggiero nel 1943, crede fermamente negli ideali dell’antifascismo e della Costituzione italiana. Anzi, semmai gesti simili, non fanno altro che rinvigorire tutte le nostre convinzioni”. Così il segretario generale della Cgil Bat, Biagio D’Alberto commenta quanto accaduto a Barletta dove ignoti hanno deturpato il murales nei giardini De Nittis.

“Nessuno può rimuovere la memoria antifascista di Barletta, città che, ricordiamo a coloro che nel buio hanno compiuto questo vile gesto, è decorata con due medaglie per la Resistenza. Nell’esprimere solidarietà all’Anpi e al Collettivo Exit apprezziamo la volontà di ripristinare questo simbolo a stretto giro di posta, già in occasione del 2 giugno. Speriamo per l’ultima volta, visto che il murales è già stato bersaglio di sfregi alcuni anni fa”, conclude D’Alberto.

MICHELA ALICINO (Ufficio stampa Cgil Bat)

box alicino michele