Quarta e Scognamiglio scrivono al sindaco: «Vietare la vendita di pesci rossi, canarini ed altre specie animali nel periodo della festa patronale»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Gentile Sindaco, siamo a chiederle di porre rimedio ad un importante ed increscioso avvenimento che si ripete da decenni nel periodo della festa patronale.

Chiediamo l’opportunità di valutare un intervento mirato che vieti la vendita di canarini, pesci rossi, tartarughe, pulcini, conigli ed altre specie animali, così da evitare il commercio e esposizione illegale degli stessi.

Purtroppo, la caratteristica vendita nelle manifestazioni in questione determina per gli animali condizioni di oggettiva sofferenza vista la ristrettezza degli spazi in cui sono custoditi, le sollecitazioni alle temperature elevate e la rilevante esposizione alla confusione e alla rumorosità.

Al fine di tutelare chi questo lavoro lo fa con criterio e legalità, gli ambulanti autorizzati alla vendita devono dimostrare di essere attenti al benessere degli animali e devono rispettare tutte le prescrizioni previste per la tutela della salute degli stessi.

Consapevoli della sua attenzione su questa tematica, auspichiamo che tale proposta possa essere fatta vostra dando un ulteriore segno di civiltà al nostro paese.»

EMANUELE QUARTA (Segretario Pd Margherita di Savoia), ROSA SCOGNAMIGLIO (Consigliere comunale)