Strada provinciale n.15, il sindaco Puttilli ordina alla Provincia BAT di procedere urgentemente ad effettuare gli interventi manutentivi

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - «Il Sindaco, premesso che la Strada Provinciale n. 15 (ex S.P. 63) “San Ferdinando di Puglia-Trinitapoli” e S.P. n. 18 versano in un grave stato di usura, in particolare:

- lungo tutte le arterie sono presenti cedimenti del sottofondo stradale e buche nello strato superficiale e in quello sottostante, che costringono gli utenti a repentini cambi di direttrice di marcia con grave pericolo di scontri frontali con chi procede nell’altro senso di marcia;

- le cunette risentono della mancanza di manutenzione da lungo periodo, per cui non assolvono alla loro funzione di protezione della strada, in particolare sono piene di rifiuti e di erbacce;

Considerato che ad oggi il grave stato di pericolo sulle citate arterie costituite dalla S.P. n. 15 (ex S.P. 63) e dalla S.P. n. 18, continua a permanere con continui aggravamenti, nonostante questo Ente, tra l’altro, con nota n. 11912 di protocollo del 24.05.2019 e pec di sollecito del 07.06.2019, ed anche il Comune di Trinitapoli, abbiano più volte segnalato i citati inconvenienti e sollecitato gli interventi necessari ad eliminare lo stato di pericolo rappresentato dagli stessi.

Considerato, altresì, che nella stagione estiva aumenta notevolmente il traffico sulla S.P. n. 15 (ex S.P. 63) per il gran numero di persone che raggiungono il mare di Margherita di Savoia.

Ravvisata la necessità di adottare provvedimenti per la tutela della pubblica incolumità in relazione all'urgente necessità di interventi volti a superare la citata situazione di grave incuria e degrado della S.P. n. 15 (ex S.P. 63) e della S.P. n. 18, invitando il Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Barletta-Andria-Trani e sua Eccellenza il Prefetto di Barletta-Andria-Trani ad intervenire per la eliminazione dei citati inconvenienti, in quanto il grave stato di emergenza descritto interessa il territorio di più comuni.

Al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza stradale delle arterie costituite dalla S.P. n. 15 (ex S.P. 63) e dalla S. P. n. 18.

Visto il disposto dell’art. 50 e dell’art. 54 del T. U. sull’Ordinamento degli Enti Locali, approvato con Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 e ss. mm. e ii.

ORDINA all’Amministrazione Provinciale di Barletta-Andria-Trani, Settore Infrastrutture, viabilità, Trasporti, Concessioni, Espropriazioni e Lavori Pubblici, di procedere con la dovuta urgenza ad effettuare gli interventi manutentivi necessari alla eliminazione dei cedimenti del sottofondo stradale e delle buche nello strato superficiale e in quello sottostante, presenti sulla Strada Provinciale n. 15 (ex S.P. 63) “San Ferdinando di Puglia-Trinitapoli” e sulla S.P. n. 18, nonché alla manutenzione delle adiacenti cunette, liberandole dai rifiuti e dalle erbacce che le interessano.

Si rammenta che qualora non venga ottemperato a quanto intimato dal presente provvedimento saranno adottate le sanzioni previste dal comma 3 dell'art. 677 C.P., ivi compresa l’esecuzione in danno di quanto innanzi ordinato.

DISPONE che la presente Ordinanza sia notificata all’Amministrazione Provinciale di Barletta-Andria-Trani, Settore Infrastrutture, viabilità, Trasporti, Concessioni, Espropriazioni e Lavori Pubblici, (pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), in qualità di Amministrazione che gestisce le strade oggetto della presente Ordinanza, nonché mediante affissione del presente atto all’Albo Pretorio comunale e sul sito internet del Comune.

Che copia del presente provvedimento venga trasmesso a: Prefettura di Barletta-Andria-Trani; Stazione Carabinieri di San Ferdinando di Puglia e Comando di Polizia Locale con l’obbligo di controllo.

AVVERTE In caso di inottemperanza o ingiustificato ritardo nel dare esecuzione a quanto disposto dal presente provvedimento, si procederà senza pregiudizio per i provvedimenti amministrativi e penali del caso.

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR competente nel termine di 60 giorni dal ricevimento della presente, oppure in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, da proporre entro 120 giorni dalla notificazione.

Il personale della locale Stazione dei Carabinieri e del Comando di Polizia Locale, ai quali si trasmette in copia il presente provvedimento, sono incaricati della vigilanza, controllo e verifica del rispetto del presente provvedimento, anche al fine dell’adozione dei provvedimenti di loro competenza.»

SALVATORE PUTTILLI (Sindaco di San Ferdinando di Puglia)